2014: espandere il proprio business in 5 semplici mosse

 2014: espandere il proprio business in 5 semplici mosse

Sappiamo ormai tutti quanto sia importante sviluppare una solida presenza online per far crescere il proprio business. Può sembrare un processo lungo e dispendioso, ma non per forza lo è. Con un po’ di impegno è possibile ottenere degli ottimi risultati senza incidere sul budget o rivolgersi ad esperti di marketing. La parola d’ordine è solo una: comunicare.

Rinnova il sito aziendale
Con l’infinito numero di siti Web online, non è più possibile limitarsi ad una mera esposizione testuale dell’attività.
È necessario differenziarsi dagli altri in modo che il visitatore sia subito colpito dal vostro portale, che sia per i colori, il layout, il contenuto , le immagini o quant’altro.
Come sempre, uno dei modi migliori per emergere è quello di studiare la concorrenza: visitate i siti Web dei concorrenti (o di business simili al vostro) con sguardo attento e critico e chiedetevi “cosa potrei fare meglio?”.
Oltre al rinnovo tecnico/grafico, una tra le cose più utili da fare per rilanciare un sito è quella di pubblicarvi contenuti originali sul vostro specifico campo: in questo modo i visitatori potranno subito avere un’idea della vostra competenza nel settore, potrete condividere questi contenuti sui social network generando nuove fonti di traffico al sito e potrete creare delle mailing list per l’invio di newsletter, riportando periodicamente gli utenti sul sito.

Sfrutta le possibilità offerte dai social
Nel 2014 non si può più prescindere dall’essere presenti sui social network. Questo vale per almeno il 90% delle attività. A meno che non siate tra quel 10% di aziende che non necessitano una consolidata Web presence per crescere, è bene quindi che consideriate questi canali.
Ovviamente essere su tutti i social in maniera superficiale è utile quanto non essere su alcuno di essi. Scegliete quindi il social network più adatto al vostro tipo di business e sviluppate un solida presenza aziendale creando un profilo completo, pubblicando costantemente contenuti utili all’audience di riferimento, creando conversazione con gli altri utenti e generando nuove connessioni.

Crea una lista di contatti email
Se avete deciso di integrare il vostro sito Web con una sezione dedicata a pubblicazioni e approfondimenti, è utile dare la possibilità a chi interessato di iscriversi ad una newsletter. Questo permetterà di mantenere un flusso costante di visite al sito riportando periodicamente gli utenti sul portale, mantenere aggiornati clienti e potenziali clienti sulle novità della vostra azienda e catturare la loro attenzione in maniera strategica. Per approfondire il tema, rimando al precedente articolo “l’utilità dell’email marketing per le pmi” https://www.giornaledellepmi.it/blog/lutilita-dellemail-marketing-per-le-pmi/

Rendi il tuo sito “mobile friendly”
Gran parte degli utenti oggi navigano da smartphone e tablets. È un dato che molti ignorano, a loro discapito, in quanto significa che se le pagine del loro sito non sono ottimizzate per questi dispositivi perderanno un gran numero di visitatori (potenziali clienti, investitori, etc.). Strutturare il proprio sito in modo che sia “mobile-friendly” è tra i must di quest’anno. Se non l’avete già fatto si tratta principalmente di disporre le informazioni in modo che siano direttamente visibili su uno schermo piccolo, sviluppando la pagina verticalmente ed eliminando animazioni ed elementi javascript o flash incompatibili con i sistemi operativi dei dispositivi mobili.

Crea un network professionale
Infine è bene ricordare che l’immagine aziendale dipende anche (soprattutto) dalle persone che compongono l’azienda. Ogni professionista è portavoce del suo business ed in lui risiede il potenziale di espansione degli affari. LinkedIn è uno strumento utilissimo per crearsi una rete di contatti professionali, aggiornarsi sugli ultimi trend del proprio settore, discutere di argomenti utili alla crescita aziendale e professionale con altri professionisti confrontando idee per crescere ed evolvere.

Nadia Tidona
Digilex Srl – www.digilex.it
nadia.tidona@digilex.it

4 Comments

  • Interessante soprattutto per chi di solito avvicina le PMI con proposte di innovazione.

    • Grazie Vittorio, credo che un approccio innovativo al business sia proprio quello che serve ad un azienda che vuole emergere oggi..

  • argomento interessante anche se mi sembra strano dividere in due punti il sito aziendale ed il “mobile friendly”.. essendo la stessa cosa.. in effetti il responsive design comunque è diventato un MUST per ogni nuovo sito, il che purtroppo significa “cestinare” quello vecchio….

    • Si hai ragione, le operazioni volte a rendere il sito mobile friendly fanno parte di un unico processo di ristrutturazione, ma visto che ho trattato i cinque punti in maniera generale mi è sembrato più giusto separarli, in questo caso.
      Ovviamente il discorso “ristrutturazione” (come gli altri punti) meriterebbe di essere trattato più ampiamente, inserendo anche i vari accorgimenti da prendere in tema di responsive design..
      Direi che ho pensato questo articolo come un’introduzione, un punto di partenza per poi sviluppare discorsi più completi su questi 5 punti in articoli successivi!
      Ti ringrazio per il feedback!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.