25 anni di VoIP e innovazione

 25 anni di VoIP e innovazione

Snom Technology celebra quest’anno il suo venticinquesimo anniversario. Fabio Albanini, Head of International Sales EMEA di Snom e Managing Director di Snom Italia (nella foto) ci racconta le tappe e le prospettive di uno dei fautori delle moderne telecomunicazioni. 

Sin dalla sua fondazione nel 1997 a Berlino Snom Technology è stata parte integrante della community internazionale per lo sviluppo del protocollo SIP (Session Initial Protocol) e del primo codec open source utilizzato su scala mondiale per la trasmissione vocale. In un paio d’anni l’azienda ha messo a punto e lanciato sul mercato il primo terminale SIP commerciale al mondo, lo Snom 100, che ha aperto, di fatto, la strada alla moderna telefonia IP aziendale. Da quel momento (2001 ndr.) l’azienda, tuttora considerata il pioniere della telefonia IP, ha vissuto un’ascesa vertiginosa, come dimostrano i numerosi premi e riconoscimenti ricevuti negli anni. Il successo economico arrivò dal 2005/2006. Sebbene la telefonia IP fosse ancora considerata astrusa da molti, le tecnologie VoIP cominciavano ad affermarsi come valida alternativa alla telefonia tradizionale. Dopo aver consolidato le proprie basi in Germania quindi, la centrale berlinese ha avviato la propria internazionalizzazione attraverso l’apertura di filiali in Italia, Francia, UK e USA, il cui operato è stato fondamentale nel processo di affermazione dell’azienda a livello globale.

Incessanti anche le attività di ricerca e sviluppo. Dalle diverse famiglie di telefoni IP da tavolo e IP cordless DECT di alta qualità basati su standard aperti ai terminali da conferenza fino alle cuffie mono e bi-aurali fino all’integrazione con soluzioni per la gestione degli edifici e dispositivi per l’asset tracking, Snom ha oggi a catalogo oltre 140 prodotti, spiega Albanini.

Acquisita nel 2016 dal Gruppo VTech, oggi Snom fa parte di un colosso industriale con un volume d’affari di circa 2 miliardi di dollari, un organico di 25 mila persone a livello globale e un’offerta DECT senza pari. All’interno del gruppo VTech, Snom è considerata lo specialista del settore IP. In questo ruolo può pensare e sviluppare prodotti in tutt’altra dimensione, decide in autonomia su quali innovazioni concentrarsi e su come utilizzare le proprie risorse, sviluppa quindi in maniera indipendente i propri prodotti a Berlino lato hardware engineering e firmware e si avvale invece delle fabbriche della casa madre per la produzione dei terminali. La produzione in house ha garantito a Snom un vantaggio importante, consentendo all’azienda di non subire la carenza di componenti che ha invece colpito numerosi concorrenti permettendole di soddisfare rapidamente l’accresciuta domanda di cuffie e soluzioni per conferenze telefoniche legata alla necessità – in periodo emergenziale – di dotarsi di postazioni di lavoro ibride.

Oggi Snom opera attraverso un team di oltre un centinaio di persone distribuite soprattutto sul territorio europeo, attraverso 60 distributori a valore aggiunto e oltre 10.000 partner, con un approccio che favorisce il local management, esaltando il valore garantito dalle persone presenti nei singoli Paesi, esperte e conoscitrici del mercato e della sua cultura. Come sostiene Albanini, l’anno fiscale 2022 (in chiusura a fine marzo) dovrebbe rappresentare il migliore in termini di fatturato nella storia di Snom e l’Italia per giro d’affari è seconda solo alla Germania.

La filiale italiana avviata nel 2009 e capitanata da Albanini dal 2011, poggia su un team di sei persone e fa leva su un articolato ecosistema di partner per raggiungere i clienti finali sul territorio, in virtù di una strategia commerciale indiretta di cui Snom si è dotata dai suoi albori e continua a perseguire. Lo stesso vale per la missione di Snom, rimasta invariata negli anni: supportare la migrazione delle aziende alla telefonia di ultima generazione con soluzioni e prodotti versatili, ma soprattutto affidabili e sicuri, elementi che caratterizzano e caratterizzeranno in futuro l’intera offerta Snom.

“Il nostro obiettivo è quello di diventare il riferimento unico ed affidabile per tutte le esigenze legate all’end-point per le comunicazioni aziendali, sia esso un telefono IP da tavolo, un cordless DECT IP, una cuffia o uno speaker phone da collegare al PC. I nostri partner di canale e i loro clienti sanno di poter sempre contare su un unico vendor per tutte queste necessità”, conclude Albanini.

FABIO ALBANINI

A partire dal 2009 Fabio Albanini ha guidato l’avvio della filiale italiana di Snom Technology nel ruolo di Sales Manager, assumendone poi la direzione nel 2011. Oltre a tale funzione, dal 2016 ricopre il ruolo di Head of International Sales, EMEA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.