A Milano Smart&Hack, il gran premio dei talenti che fa incontrare università e azienda

 A Milano Smart&Hack, il gran premio dei talenti che fa incontrare università e azienda

Parte a Milano il gran premio nazionale dei talenti senza scopo di lucro, Smart&Hack, acronimo delle parole inglesi “smart” e “hackathon”, rispettivamente “intelligente” e “maratona”.

Dedicata al tema della “Smart city: l’ecosistema per la città del futuro” e promossa dall’agenzia per il lavoro Risorse, la competizione si svolgerà in modalità remota per i concorrenti mercoledì 23 novembre 2022, con la proclamazione del team dei vincitori giovedì 24 novembre in diretta dalla sala degli affreschi di Palazzo Isimbardi a Milano, sede della Città metropolitana. A giudicare i lavori sarà una giuria qualificata di professionisti dell’innovazione.

Al fianco dell’evento ci saranno Regione Lombardia, Città Metropolitana di Milano e ACI che hanno concesso il patrocinio non oneroso.

LA SFIDA DEI 100 TALENTI DELLE UNIVERSITÀ E DEGLI ITS

  • A partecipare alla competizione nazionale – ideata durante la pandemia nel corso del 2020 e della quale sono giù state realizzate le edizioni di Cuneo, Torino e Rimini – saranno più di 100 giovani innovatori delle università italiane tra cui l’Università degli Studi di Milano, l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, l’Università Sapienza di Roma, l’Università IULM, l’Università degli Studi di Bologna, l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, l’Università degli Studi dell’Insubria e l’Università degli Studi di Napoli Federico II. Iscrizioni aperte fino al 13 novembre tramite il sito ufficiale della manifestazione: https://www.risorse.it/smart-hacks/smarthack-milano-2022/#richiediinfo. La challenge è pubblicata anche sul sito di Regione Lombardia nella sezione dedicata alla ricerca e all’innovazione: https://www.openinnovation.regione.lombardia.it/iniziative/open-challenge/le-sfide

PREMI IN PALIO: INGRESSO IN AZIENDA, BUONI AMAZON E SPEECH A INNOVATION MANAGER HUB

I concorrenti di età compresa tra i 20 e i 26 anni avranno il compito di sviluppare nell’arco di otto ore progetti innovativi, mettendosi alla prova con una delle sfide lanciate da sei aziende pubbliche e private, rispettivamente Risorse, Acquedotto Pugliese, Forestami, Simone Micheli Architectural Hero, Vodafone Automotive e Zucchetti.

In palio per il team vincitore ci sarà un doppio premio ossia l’avvio della collaborazione con l’azienda che avrà lanciato la sfida e buoni Amazon per un totale di 1.500 euro.

A giudicare i lavori sarà anche il board di Innovation Manager Hub, la prima piattaforma dedicata ai manager dell’innovazione in Italia, nella persona del suo fondatore Emanuele Vailati: al progetto ritenuto più innovativo sarà data la possibilità di partecipare con un keynote speech all’esclusivo evento organizzato dallo stesso Innovation Manager Hub nella giornata di mercoledì 30 novembre 2022 presso Le Village Corso a Milano.

RISORSE, ACQUEDOTTO PUGLIESE, FORESTAMI, SIMONE MICHELI ARCHITECTURAL HERO, VODAFONE AUTOMOTIVE E ZUCCHETTI UNITI PER VALORIZZARE I TALENTI

«Smart&Hack vuole promuovere un ecosistema innovativo per la città del futuro – spiega Alessia Scarpa, responsabile dell’innovazione dell’agenzia per il lavoro Risorse con quartier generale a Milano –. La competizione permetterà di sostenere l’innovazione intelligente, facendo incontrare il mondo scolastico con quello del lavoro rappresentato dalle aziende che hanno deciso di unirsi a noi».

In questa direzione vanno le sei sfide lanciate dalle imprese che operano in Italia: Risorse richiederà di realizzare un progetto di sviluppo di un evento attraverso il metaverso per fare onboarding di giovani talenti in azienda; Acquedotto Pugliese chiederà ai giovani in gara di sviluppare idee su come promuovere e trasferire in azienda la consapevolezza della sostenibilità; Forestami domanderà ai concorrenti di immaginare la prossima campagna di comunicazione per sensibilizzare i cittadini della Città Metropolitana di Milano sull’importanza della forestazione urbana, suggerendo come creare una raccolta fondi da lanciare nel periodo natalizio; Simone Micheli Architectural Hero proporrà alle ragazze e ai ragazzi di studiare come riqualificare e qualificare le periferie della Terra tramite l’utilizzo, anche in questo caso, del metaverso; Vodafone Automotive si rivolgerà alle nuove generazioni affinché indichino come sostenere la sicurezza sulle strade, riducendo gli incidenti e salvaguardando l’ambiente; Zucchetti concentrerà l’attenzione degli studenti delle università sull’utilizzo della tecnologia (APP, IoT, NFC) per incoraggiare i cittadini ad adottare comportamenti virtuosi e scelte di mobilità sostenibile.

LE ATTESE DEL MONDO DEL LAVORO A SMART&&HACK MILANO 2022

«Creare un network di giovani talenti è per Risorse una sfida stimolante e di valore. Con la nostra sfida vogliamo mettere in luce il potenziale delle nuove generazioni, avvicinandole alle aziende del territorio in modo smart. Lo faremo focalizzando la loro attenzione sul metaverso nell’ambito delle risorse umane», commenta Marco Pagano, CEO di Risorse.

«La Sustainable HRM è una delle leve strategiche che accompagna Acquedotto Pugliese nel percorso di cambiamento intrapreso in ottica di “attenzione consapevole alle Persone di AQP”, cuore pulsante organizzativo.

Per questo abbiamo lanciato, nell’ambito del virtuoso Progetto Smart&Hack 2022 dedicato ai giovani talenti, una challenge che invita le nuove generazioni a mettersi in gioco sulla “consapevolezza sostenibile” in contesti organizzativi», dice Pietro Scrimieri, hr & organization director di Acquedotto Pugliese.

«Disseminare conoscenza e consapevolezza sull’importanza degli alberi e delle foreste urbane nelle città è tra gli obiettivi primari di Forestami. Partecipare a Smart&Hack Milano, il cui tema per l’edizione 2022 “Smart City: l’ecosistema per la città del futuro” è connesso alle nostre riflessioni, è stato naturale ed è doppiamente importante per il confronto proficuo e lo stimolo reciproco con le nuove generazioni», spiega Rossella Citterio, responsabile marketing e comunicazione di Forestami.

«Il confronto con giovani menti creative porta ad ampliare le proprie visioni. La nostra sfida ha come obiettivo quello di coinvolgere tutte le facoltà: il tema della periferia terrestre, spazio e metaverso, come un sogno ben gestito, potrà divenire realtà etica e sostenibile», illustra Simone Micheli di Simone Micheli Architectural Hero.

«Partecipando a Smart&Hack, Vodafone Automotive e i suoi esperti di tecnologie per la mobilità connessa e cooperativa vogliono proporre a studenti universitari e neolaureati di riflettere insieme sulle possibili soluzioni per incrementare sostenibilità e sicurezza sulle strade. Con il loro approccio innovativo e le loro idee, gli studenti rappresenteranno una preziosa risorsa e l’hackathon un momento importante di confronto», dice Camilla Morlotti, senior hr business partner di Vodafone Automotive.

«Le soluzioni Zucchetti svolgono un ruolo importante per collegare le aziende alla città e per questo motivo Zucchetti ha accettato la sfida e scelto di partecipare a Smart&Hack. Le persone e la tecnologia rendono reale la smart city. La nostra challenge è una call for ideas per dare alla tecnologia il compito di educare, incoraggiare, premiare e divertire giovani e adulti, orientando le loro scelte verso modelli di mobilità virtuosi e sostenibili», sottolinea Luca Stella, innovation manager di Zucchetti.

LA GIURIA DI SMART&&HACK MILANO 2022 COMPOSTA DA PROFESSIONISTI DELL’INNOVAZIONE

A giudicare i lavori sarà una giuria composta da 6 professionisti dell’innovazione. Ne faranno parte le istituzioni e le aziende coinvolte nel progetto. «I senior manager che abbiamo coinvolto a Milano – prosegue Pagano – saranno chiamati a svolgere il compito importantissimo di valorizzare le migliori energie presenti nelle istituzioni italiane dedicate all’istruzione professionale e universitaria. Di fronte al fenomeno strutturale del mismatch, presente nel nostro mercato del lavoro, occorre dare vita a nuove iniziative concrete riservate ai giovani talenti. L’attuale velocità dell’innovazione digitale nei processi industriali e nelle organizzazioni aziendali richiede a chi opera nell’ambito della selezione del personale di individuare in tempi sempre più rapidi i profili professionali di cui le imprese necessitano».

REGIONE E CITTÀ METROPOLITANA AL FIANCO DI GIOVANI, ACI A SOSTEGNO DELLA MOBILITÀ SMART

Al fianco di Smart&Hack ci saranno Regione Lombardia, la Città Metropolitana di Milano e ACI.

«Vedere giovani studenti degli Istituti Tecnici Superiori al fianco degli studenti universitari in un unico progetto è una soddisfazione – dichiara Melania Rizzoli, assessore alla Formazione e Lavoro di Regione Lombardia –. Con Smart&Hack assistiamo a quel lavoro di squadra di cui Regione Lombardia è forte sostenitrice; un lavoro che coinvolge istituzioni pubbliche e realtà private e unisce elementi quali formazione, istruzione, sostenibilità e innovazione. Inoltre, lo stretto rapporto tra aziende e studenti è quello che serve nel percorso verso la riduzione del mismatch lavorativo».

«Mettere in rete le capacità dei nostri giovani più talentuosi è una sfida importante per il nostro Paese – spiega la vicesindaca metropolitana Michela Palestra – È importante valorizzare le loro doti e i loro talenti, accompagnandoli verso il mondo del lavoro. Per questo la città metropolitana di Milano ha accolto con piacere la proposta di ospitare nella sede prestigiosa di palazzo Isimbardi il lancio e la fase finale di questo gran premio dei talenti, che vede coinvolti studenti e aziende su temi che ci stanno molto a cuore: le smart city e la sostenibilità. Siamo molto curiosi di vedere le proposte di questi ragazzi che sono certa avanzeranno idee molto interessanti declinandole sui diversi aspetti proposti».

Giorgio Mantoan, Consigliere delegato a Politiche Giovanili, Rapporti con Sistema delle Università e Progetto Forestami aggiunge: «Questo progetto tocca da vicino le deleghe che mi sono state affidate dal sindaco metropolitano: le politiche giovanili, i rapporti con il mondo universitario e Forestami, importante progetto di riforestazione dell’area metropolitana che coinvolge attori differenti. Stimolare interconnessioni, valorizzare le idee e le competenze dei giovani, ragionare su prospettive future mettendo in connessione giovani e imprese: un evento interessante sotto molteplici punti di vista, che auspico faccia da anticamera a una reale connessione tra mondo universitario ed imprenditoriale, per far emergere veri talenti e sostenerli nel passaggio verso il mondo occupazionale».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.