A settembre di nuovo in calo la produzione industriale

 A settembre di nuovo in calo la produzione industriale

produzione-5

[dropcap]A[/dropcap] settembre 2014 l’indice destagionalizzato della produzione industriale è diminuito dello 0,9% rispetto ad agosto. Nella media del trimestre luglio-settembre la produzione è diminuita dell’1,1% rispetto al trimestre precedente.

Corretto per gli effetti di calendario, a settembre 2014, l’indice è diminuito in termini tendenziali del 2,9% (i giorni lavorativi sono stati 22 contro i 21 di settembre 2013). Nella media dei primi nove mesi dell’anno la produzione è scesa dello 0,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

A settembre l’indice destagionalizzato presenta variazioni congiunturali negative in tutti i comparti; diminuiscono i beni di consumo (-3,2%), i beni strumentali (-2,4%), l’energia (-1,5%) e, in misura più lieve, i beni intermedi (-0,8%).

Gli indici corretti per gli effetti di calendario registrano, a settembre 2014, diminuzioni tendenziali in tutti i raggruppamenti principali d’industrie; segnano variazioni negative l’energia (-3,6%), i beni di consumo (-3,3%), i beni intermedi (-2,8%) e i beni strumentali
(-2,7%).

Per quanto riguarda i settori di attività economica, a settembre 2014, i comparti che registrano le maggiori diminuzioni tendenziali sono quelli della fabbricazione di apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche
(-12,8%), della produzione di prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici (-10,1%) e dell’industria del legno, della carta e stampa (-7,0%). Gli unici settori che registrano una crescita tendenziale sono quelli della fabbricazione di computer, prodotti di elettronica ed ottica, apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi (+2,6%), della fabbricazione di prodotti chimici (+2,1%) e delle altre industrie manifatturiere, riparazione e installazione di macchine ed apparecchiature (+1,1%).

Centro Studi Confindustria: recupera l’attività in ottobre, +0,4% su settembre
Il CSC stima un incremento della produzione industriale dello 0,4% in ottobre su settembre quando c’è stato un calo dello 0,9% su agosto, comunicato dall’ISTAT.
Nel terzo trimestre del 2014 la produzione è diminuita dell’1,1% sul precedente, in ulteriore peggioramento dal -0,5% che si era registrato nel secondo trimestre e al -0,1% nel primo. Con la stima CSC di ottobre, si ha nel quarto una variazione congiunturale acquisita di -0,1% (-0,5% ereditato dal terzo).
Questa dinamica è coerente con calo del PIL dello 0,2% nei mesi estivi (-0,4% la variazione acquisita per il 2014).
Gli indicatori qualitativi forniscono informazioni non uniformi sull’andamento dell’attività nei mesi autunnali. Da un lato, l’indagine PMI Markit segnala che in ottobre sono diminuiti gli ordini ricevuti dalle imprese industriali: la relativa componente del PMI manifatturiero per l’Italia si è attestata al di sotto della soglia neutrale di 50 per la prima volta da aprile 2013 (47,1 da 50,2), riflettendo soprattutto la riduzione della domanda interna. Dall’altro lato, indicazioni meno negative vengono dall’indagine ISTAT sulla fiducia presso le imprese manifatturiere, che anticipa per il quarto trimestre una sostanziale stabilizzazione dell’attività.
Tutte le variazioni mensili sono calcolate sui dati corretti per il diverso numero di giornate lavorative e destagionalizzati.

Redazione

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.