Analisi di bilancio: strategie per una migliore gestione aziendale

 Analisi di bilancio: strategie per una migliore gestione aziendale

Hai a cuore la “vita” della tua azienda?

Allora devi sapere che effettuare un monitoraggio dell’andamento economico, finanziario e patrimoniale è indispensabile per garantire la tua continuità aziendale.

Oggi, nessuna azienda può più permettersi il rischio di fare scelte sbagliate.

Compiere una corretta analisi di bilancio può far emergere i punti di forza su cui investire e le criticità da risolvere.

COS’E’?

L’analisi di bilancio è lo strumento di controllo principale per mappare lo stato di salute della tua azienda.

Tale attività, posta in essere dall’analista, consiste nell’interpretare e comprendere tecnicamente l’andamento del ciclo economico, finanziario e patrimoniale dell’azienda mediante lo studio del bilancio d’esercizio e dei bilanci infrannuali, ma anche dei bilanci previsionali.

Sviluppare l’analisi di bilancio può fare la differenza nel definire la strategia, guidare la gestione e determinare le tecniche di approvvigionamento finanziario dell’impresa.

Si tratta dunque di una valutazione di merito dei principali documenti contabili.

Gli elementi fondamentali di cui si compone un bilancio aziendale sono:

  • Lo stato patrimoniale
  • Il conto economico
  • La nota integrativa
  • Il rendiconto finanziario

Ogni azienda, in relazione alla propria struttura societaria, è soggetta per legge ad adempimenti contabili differenti.

Le società di persone o ditte individuali hanno, in alcuni casi, la possibilità di aderire ad un regime di contabilità semplificata, poiché su esse non ricade sempre l’obbligo di redigere lo stato patrimoniale.

Tutte le società di capitali, invece, hanno l’obbligo della contabilità ordinaria.

Il regime contabile a cui l’azienda aderisce, determina la tipologia di analisi che viene effettuata generalmente su tre quadri prospettici contabili:

1. Analisi della situazione patrimoniale che serve essenzialmente a inquadrare meglio:

  • la struttura degli impieghi, cioè la composizione dell’attivo;
  • la struttura delle fonti, cioè la modalità con cui gli impieghi sono finanziati (capitale proprio e di terzi);
  • l’equilibrio tra impieghi e fonti.

2. Analisi della situazione finanziaria che ha principalmente come fine quello di accertare:

  • la capacità dell’impresa di fare fronte agli impegni assunti;
  • l’attitudine a generare flussi di cassa positivi (entrate > uscite);

3. Analisi della situazione economica che mira a verificare:

  • la propensione a remunerare il capitale;
  • la tendenza ad operare in modo efficiente (ricavi > costi).

L’analisi, che si sviluppa inizialmente con la riclassificazione dei principali documenti contabili del bilancio, consente di individuare le grandezze nonché gli indici sintetici e predittivi dell’azione aziendale.

La valutazione delle performance aziendali mira ad individuare una potenziale situazione di equilibrio o disequilibrio economico, patrimoniale e finanziario.

PERCHE’ RICHIEDERE UN’ANALISI DI BILANCIO?

QUALI VANTAGGI PER LA TUA AZIENDA?

vantaggi di sviluppare un’analisi di bilancio dei dati in esso contenuti sono molteplici, nonché misurabili sotto diversi aspetti.

Conoscere a fondo la propria struttura e dimensione aziendale garantisce una completa consapevolezza delle dinamiche aziendali.

Ciò permette di migliorare i propri assetti aziendali fornendo ottimi livelli reputazionali per l’azienda.

Un’attenta analisi assicura la crescita reputazionale dell’azienda nei confronti del mercato, in quanto fattore cardine che consente di ottenere maggiori clienti e far lievitare così il proprio fatturato.

Difatti, i vantaggi derivanti da una corretta analisi e monitoraggio delle dinamiche aziendali consentono di promuovere nuovi scenari reddituali.

VANTAGGI E BENEFICI

Effettuare una corretta analisi di bilancio consente di:

  • misurare i risultati conseguiti nell’arco dell’intero esercizio annuale, valutando il grado di equilibrio e di redditività dell’azienda;
  • effettuare comparazioni intertemporali sulle performance aziendali, ovvero eseguibili su diverse annualità di bilancio;
  • confrontare i propri dati con l’andamento dei concorrenti, per quanto desumibile dai bilanci pubblici. Ciò garantisce un ulteriore vantaggio, ovvero quello di individuare la direzione verso cui sta tendendo il mercato e di conseguenza impostare scelte strategiche ad alto valore aggiunto.
  • aumentare le proprie possibilità di ottenere finanziamenti dagli istituti di credito;
  • accrescere la propria reputazione nei confronti degli stakeholders (finanziatori, fornitori, potenziali azionisti ecc..) assicurando la continuità aziendale.

Maurizio Maraglino Misciagna

https://www.mauriziomaraglino.it/

Dottore commercialista e revisore legale. Giornalista  pubblicista. Esperto in finanza innovativa e startup. www.mauriziomaraglino.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.