Archivio rapporti, le comunicazioni mensili entrano in Sid

 Archivio rapporti, le comunicazioni mensili entrano in Sid

sid-1

[dropcap]S[/dropcap]trada unica e stesse regole per l’invio dei dati all’Archivio dei rapporti. Le comunicazioni mensili e annuali delle informazioni finanziarie e dei dati contabili rilevati dal 1° gennaio 2016 viaggeranno con un tracciato unificato attraverso l’infrastruttura Sid. Lo stabilisce il provvedimento firmato oggi dal Direttore dell’Agenzia, che fissa inoltre rispettivamente al 28 febbraio 2015 e al 29 maggio 2015 il termine per l’invio dei dati annuali 2013 e 2014 e porta al 15 febbraio dell’anno successivo la deadline ordinaria.

Comunicazioni mensili e annuali, l’unica via è il Sid
Niente più doppio binario, dunque, per l’invio delle comunicazioni mensili e annuali all’Archivio dei rapporti da parte degli intermediari: dal 1° gennaio 2016 i dati, già definiti con i provvedimenti precedenti, viaggeranno tramite Sid, l’infrastruttura che garantisce alti standard di sicurezza approvati dal Garante per la Protezione dei dati personali, grazie ad un nuovo tracciato che unifica criteri e regole di segnalazione delle informazioni. Allo stato attuale, invece, gli intermediari effettuano, per lo stesso rapporto, due diverse comunicazioni: mensilmente, tramite Entratel o Fisconline, e annualmente, tramite Sid. Il Provvedimento di oggi specifica inoltre che, con il nuovo sistema, le segnalazioni mensili conterranno anche il codice univoco del rapporto oltre alle informazioni del tipo e natura e dei soggetti collegati.

Pronto il calendario per gli invii
Confermati i termini di aggiornamento delle informazioni mensili, previste dai provvedimenti istitutivi dell’Archivio. Quanto ai dati annuali, gli operatori hanno tempo fino al prossimo 28 febbraio per l’invio di quelli relativi al 2013 e fino al 29 maggio 2015 per quelli relativi al 2014. A regime, la comunicazione andrà effettuata, tramite il Sid e un unico tracciato, entro il 15 febbraio dell’anno successivo a quello cui si riferiscono le informazioni. Quanto alle variazioni delle informazioni annuali e mensili, per garantire il consolidamento dei dati presenti nell’Archivio dei rapporti, non saranno consentite quelle arrivate oltre 90 giorni dai termini o dalla ricezione degli esiti di elaborazione trasmessi dall’Anagrafe tributaria. Gli operatori che, per particolari motivi organizzativi o tecnici necessitano di un aggiornamento di un rilevante numero di posizioni comunicate, possono comunque chiedere all’Agenzia di effettuare un invio sostitutivo delle posizioni da aggiornare.

Operazioni straordinarie, le regole da seguire
Il provvedimento di oggi stabilisce le regole da osservare in caso di operazioni straordinarie, scissioni totali e cessioni del ramo finanziario o di azienda; cessazione attività senza confluenza in un altro operatore finanziario; procedure concorsuali o di liquidazione volontaria. Fuori dagli obblighi di segnalazione le “casse peota”, per la loro minima rilevanza finanziaria, a seguito della cancellazione da parte della Banca d’Italia dall’elenco generale degli intermediari finanziari.

Redazione

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.