Atradius: USMCA, rallentano i tempi d’incasso delle fatture per la recessione dovuta alla pandemia

 Atradius: USMCA, rallentano i tempi d’incasso delle fatture per la recessione dovuta alla pandemia

Le aziende delle principali economie del Nord America stanno assistendo ad una contrazione dei propri flussi di cassa come principale conseguenza della pandemia da Covid-19. Il Barometro Atradius sui comportamenti di pagamento a livello internazionale rivela infatti un significativo aumento dei ritardi di pagamento nella regione USMCA.

In particolare, i risultati emersi dall’ultima edizione del sondaggio annuale condotto da Atradius, rivolto alle aziende B2B di Stati Uniti, Messico e Canada, rivelano flussi di cassa compromessi e una maggiore dipendenza dai finanziamenti bancari, in quanto le aziende sono alle prese con le misure di contenimento da Covid-19.

Nella regione, il 43% del valore totale delle fatture emesse non viene pagato entro la data di scadenza, un dato in netto aumento rispetto al 25% dello scorso anno. Il valore delle fatture insolute (oltre 90 giorni dopo la data di scadenza) è raddoppiato. Inoltre, il 4% del valore totale delle fatture non pagate è stato dichiarato inesigibile.

Le imprese degli Stati Uniti hanno registrato un aumento del 72% su base annua dei mancati pagamenti. I singoli settori hanno anche rivelato segnali di stress economico. L’industria della carta del Messico, ad esempio, ha dovuto cancellare l’8% del valore totale dei crediti inesigibili. Il 40% del valore totale delle fatture B2B nei settori agroalimentare e chimico del Canada è in sofferenza.

Considerato che tutti e tre i Paesi sono ormai in recessione, le previsioni sono poco incoraggianti. Nonostante questo, la maggior parte delle aziende intervistate si aspetta una ripresa dell’economia nei prossimi mesi. Un atteggiamento di fiducia motivato dalla convinzione che le banche continueranno a fornire credito e attenueranno gli effetti di una scarsa liquidità dei flussi di cassa. Inoltre, la maggior parte delle imprese ha affermato di voler rafforzare le proprie procedure di controllo del credito. Gli intervistati hanno riferito che questo comporterà una gestione del rischio esternalizzata, con una propensione verso l’assicurazione del credito, insieme a procedure tecniche interne tra cui la riduzione delle concentrazioni del rischio e un aumento delle risorse nella gestione del recupero crediti.

Andreas Tesch, Chief Market Officer di Atradius, ha dichiarato: “I sondaggi annuali sui comportamenti di pagamento e sul sentiment delle imprese possono fornire eccellenti spunti sulla resilienza economica di una regione. Il Barometro Atradius 2020 sui comportamenti di pagamento tra aziende di Stati Uniti, Messico e Canada è un’analisi particolarmente rivelatrice di due realtà distinte. Da una parte ci sono il drammatico aumento delle fatture scadute e i segnali innegabili che la regione sia entrata in recessione. Dall’altra c’è l’ottimismo verso un futuro più luminoso, nonostante i dati negativi finora registrati. Naturalmente, entrambe le situazioni dipendono dall’evolvere della crisi da Covid-19 e dalla capacità della regione di invertirne gli effetti negativi”.

“Al pari delle principali economie mondiali, l’affanno in cui versano in questo momento le maggiori economie del Nord America – aggiunge Massimo Mancini, Country Manager di Atradius per l’Italia – ha impatti significativi sui comportamenti di pagamento all’interno della regione. Le aziende sono ora maggiormente esposte al rischio di mancato pagamento da parte dei loro clienti B2B, per cui una gestione del credito commerciale strutturata può rivelarsi la più efficace via percorribile per le aziende che vogliono tutelare il business dai mancati pagamenti. Soprattutto, ma non solo, in un momento critico per il sistema economico come quello derivante dalla pandemia”.

Redazione

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.