Bando europeo per startup e PMI che vogliono rendere le città circolari

 Bando europeo per startup e PMI che vogliono rendere le città circolari

Una nuova e interessante call for expert dedicata a tutte le startup e PMI che vogliono realizzare soluzioni innovative che mirano a rendere le città europee “Circular Cities”. La misura è stata lanciata da DigiCirc.eu, un progetto europeo H2020 INNOSUP che riunisce 11 partner provenienti da nove Paesi diversi, guidati da Cap Digital.

Obiettivo principale del programma è promuovere l’economia circolare sfruttando gli strumenti digitali e supportare la crescita delle imprese europee innovative

DigiCirc ha predisposto 3 Programmi di Accelerazione nel periodo 2020-2022con 2,4 milioni di euro di finanziamento a cascata per le PMI.

Le tre call sono:

  •  Circular Cities (call aperta fino al 14 gennaio 2021);
  •  Blue Economy (call in programma per giugno-luglio 2021);
  • Bioeconomy (call in programma da dicembre 2021 a gennaio 2022).

Come funziona il bando Circular Cities (DEADLINE 14 GENNAIO 2021)

Circular cities Accelerator Programme ha una dotazione totale di 800 mila euro per finanziare un minimo di 15 consorzi guidati da PMI. 

Le PMI potranno utilizzare la piattaforma di digital matchmaking per trovare altre PMI/startup simili e creare un consorzio.

DigiCirc selezionerà quindi i migliori 15 consorzi, composti da almeno 2 PMI/startup che stanno sviluppando soluzioni innovative per affrontare diverse sfide legate alle città circolari.

I consorzi selezionati otterranno un primo finanziamento di 20.000 euro e parteciperanno ad un programma di sostegno all’innovazione altamente intensivo e innovativo della durata di 12 settimane.
Al termine del programma di accelerazione, 5 consorzi saranno selezionati per ricevere un ulteriore finanziamento di 100.000 euro.

Questi avranno 6 mesi di tempo per sviluppare il loro prototipo e per effettuare test in ambiente reale in vista del loro lancio commerciale.

Obiettivo del bando

Realizzazione e sviluppo di soluzioni rientranti nelle 5 challenge di economia circolare:

  • Autonomous cities;
  • Waste management;
  • Sustainable Consumption;
  • Education

La domanda deve essere fatta da consorzi di due PMI in 2 Nazioni differenti. Per trovare l’azienda partner, Digicirc mette a disposizione un tool di matchmaking.

Il programma prevede un percorso di accelerazione da Aprile 2021 a Luglio 2021 a Parigi per sviluppare un business plan e definire una strategia commerciale.

I fondi erogati sono pari a 60.000 Euro per PMI, così composti:

  • 2.500 Euro ad Aprile 2021 per coprire i costi di viaggio per la partecipazione agli eventi fisici delle prime 5 settimane di accelerazione

Superate le prime 5 settimane (con la creazione di un BP e un POC):

  • 2.500 Euro per le spese di viaggio della seconda parte dell’accelerazione;
  • 5.000 Euro per coprire costi vivi di consulenze, materiali e dati.

Le PMI facenti parte dei 5 consorzi riceveranno 50.000 Euro ciascuna.

Le iscrizioni al bando Circular Cities sono aperte fino al 14 gennaio alle ore 17.00 CET (ora di Bruxelles). Per saperne di più su DigiCirc, visitate il sito www.digicirc.eu

Maurizio Maraglino Misciagna

https://www.mauriziomaraglino.it/

Dottore commercialista e revisore legale. Giornalista  pubblicista. Esperto in finanza innovativa e startup. www.mauriziomaraglino.it

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.