Basi di web marketing locale

 Basi di web marketing locale

web-marketing-locale-1

[dropcap]I[/dropcap]l web marketing locale racchiude in sé tutta quella serie di attività di marketing online atte ad incrementare la visibilità e la reperibilità di un business a livello locale.
Per attività di web marketing si intendono ovviamente oltre alla pianificazione di una strategia di comunicazione che preveda l’uso di social network, blog aziendali e l’utilizzo di altre possibilità che il web mette a disposizione, anche alcuni accorgimenti di base che vanno adottati per iniziare un processo crescente di visibilità online.
Tra questi vi sono in primis una corretta ottimizzazione del proprio sito web per favorirne il posizionamento all’interno dei motori di ricerca, ma se avete un sito web realizzato recentemente dovreste aver pagato anche per un’ottimizzazione SEO di base e soprattutto per un sito che sia mobile friendly.
Una delle principali attività per cominciare a posizionare un sito web è l’iscrizione dello stesso all’interno di categorie di settore o attività locali.

Inserimento in directory di settore
Importante per essere visibili a livello locale non è solo farsi inserire in Google Maps ma essere presenti nelle varie directory sia locali che di settore.
In più una buona tecnica è quella di iscrivere il proprio sito anche alle mappe dei vari navigatori satellitari, alla fine del post troverete comunque dei link di approfondimento.
Questo perché i motori di ricerca reperiscono informazioni sullo stato del web di una determinata posizione geografica, molto spesso per reperire quante più informazioni possibili così da offrire risultati di ricerca sempre più precisi, attinenti e qualitativamente elevati i motori utilizzano dati derivanti da alcuni siti che listano le aziende e le loro informazioni di base.
Un esempio su tutte è pagine gialle.
In più questo tipo di attività è utile per informare il motore di ricerca che voi ci siete e che la vostra presenza online non è limitata, ma ben strutturata e largamente reperibile.
Parliamo di Presenza, la comunicazione è un altro aspetto.
Nel farlo bisogna assicurarsi di inserire informazioni rilevanti, utili e pertinenti per i potenziali clienti che trovano il vostro business o fanno ricerche mirate su di voi.

Il Nap perfetto
Tecnicamente queste informazioni rispondono ad un acronimo definito NAP e devono essere presenti anche all’interno del sito web.
Che sta per:
Name of Business = Nome dell’attivtà
Adress = indirizzo
Phone Number = numero di telefono

Informazioni di contatto
Non solo il NAP.
Nome, Indirizzo e numero di telefono, email, link al sito web  ed una descrizione sono il tipo di informazione che di norma richiedono le directory qualcuna anche link agli account sui social media.
Informazioni sul locale commerciale e note sulle possibilità di parcheggio nelle vicinanze sono molto utili agli utenti ed apprezzate.

Foto e Video
Altro elemento importante è poi quello relativo alle foto ed ai video.
Se qualcuno che lavora per voi non ha il dono della fotografia non è un grosso problema, s possono utilizzare numerosi applicazioni gratuite per migliorare di molto le fotografie che gli smartphone ed i tablet riescono a fare.
Per quanto riguarda le foto è bene sapere che Google tramite il suo servizio my business ti permette di associare alla tua attività un tour virtuale della sede in cui si svolge.
Per realizzarlo, potrete tramite sempre Google, mettervi in contatto con un fotografo certificato Google.
Se avete delle riprese video della vostra attività utilizzatele per caricarle o sul vostro sito, o sul vostro canale Youtube, o su Vine, o sul vostro profilo social anche perché queste aiutano molto il posizionamento di un sito web (link a servizi seo) nei motori di ricerca aiuta molto.
Tecnicamente però bisogna poi dire che le foto devono essere ottimizzate in un preciso modo per poter aggiungere valore alla pagina, ci sono aspetti che bisogna approfondire.

Informazioni di base sul business
Assicurarsi che il proprio profilo includa informazioni pertinenti per i clienti come orari di apertura, tipi di pagamento accettati, politiche sul tipo di accesso agli animali domestici o sull’intrattenimento che offrite ai bambini se avete un ristorante e state cercando idee di marketing.
Scegliete attentamente le informazioni che inserirete nelle descrizioni, queste non devono essere piene zeppe di parole chiave, devono essere descrittive del business e dare informazioni realmente utili.

Note sulla categorizzazione
Classificare il business scegliendo le giuste categorie in fase di inserimento, richiedendo l’aggiunta della categoria qualora non esistesse.
Leggi come inserire la propria attività su Tom Tom e come inserire un’azienda su mappe Apple.
Scopri di più su Google my business (poi bisogna linkare my business ai servizi seo perché non basta solo quello e va rielaborato per ficcarci dentro la cta).
Questo è solo un aspetto minimo, di approccio di base per cominciare a far comprendere ai motori di ricerca di cosa si occupa la vostra attività e dove si trova e cominciare a convincerli a riproporvi all’interno dei risultati di ricerca.
Ci sono poi fattori che vanno considerati fondamentali, come ad esempio la struttura dei link interni dei siti web che si vanno a realizzare, o sull’importanza di avere un sito web mobile friendly, per altri aspetti legati al posizionamento basta andiate su okkei.it e ne troverete altri o potrete continuare a leggere le ottime rubriche de Il giornale delle pmi.

Giuseppe Schettino

Giuseppe Schettino

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.