Bernoni Grant Thornton lancia Open Innovative PMI, primo riconoscimento in Italia per le imprese che creano innovazione

 Bernoni Grant Thornton lancia Open Innovative PMI, primo riconoscimento in Italia per le imprese che creano innovazione

Si avvia alle fasi finali il premio Open Innovative PMI, riservato esclusivamente alle “PMI Innovative”. Si chiudono infatti il 6 ottobre le iscrizioni per poter accedere al premio indetto da Bernoni Grant Thornton, member firm italiana di Grant Thornton International.

Gli obiettivi del premio

Alla sua prima edizione, il premio ha diversi obiettivi, di cui il più importante è quello di fare emergere una struttura di impresa – la PMI Innovativa – che è ancora poco conosciuta e che ha per definizione una forte propensione all’innovazione.

Dare visibilità alle imprese con alto potenziale di crescita, promuovere la cultura della ricerca e incentivare la collaborazione tra le grandi aziende e le PMI anche al fine di favorire processi di “innovazione aperta” sono gli obiettivi che Bernoni Grant Thornton intende raggiungere attraverso il Premio.

Il premio vede la collaborazione di importanti patrocinatori: il Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Consiglio Nazionale delle Ricerche, l’Associazione Italiana del Private Equity, Venture Capital e Private Debt, l’Associazione Nazionale Direttori Amministrativi e Finanziari, l’APSTI e la Conferenza dei Rettori delle Università Italiane.

Chi può partecipare

Possono partecipare al Premio le aziende iscritte nell’apposita sezione del Registro delle imprese riservata alle PMI Innovative. Per potersi qualificare come tale presso la Camera di Commercio, l’azienda deve presentare alcune caratteristiche richieste dalla legge.

Oltre a dover rispettare i parametri dimensionali tipici delle PMI (meno di 250 dipendenti e fatturato annuo inferiore a 50 milioni di euro), le aziende non devono essere quotate su mercati regolamentati, devono assumere la forma giuridica della società di capitali, devono avere la residenza in Italia o in Unione Europea e devono avere il bilancio certificato.

Inoltre, per essere classificate come “Innovative” le PMI devono rispettare almeno due dei seguenti requisiti:

  • almeno il 3% del maggiore tra costi e valore totale della produzione investito in attività di R&S;

  • una forza lavoro formata per almeno 1/5 da dottori di ricerca, dottorandi di ricerca o ricercatori con 3 anni di esperienza, oppure per almeno 1/3 da personale in possesso di laurea magistrale;

  • essere titolare o depositaria o licenziataria di privativa industriale attinente all’oggetto sociale oppure titolare di diritti relativi a software registrato

Le categorie in gara e il riconoscimento

Sono tre le categorie previste dal premio:

  • PMI ricerca e tecnologia;

  • PMI mercati europei ed esteri;

  • PMI al femminile.

Per ciascuna categoria saranno selezionate sei finaliste e tra queste sarà scelto il vincitore. Ogni azienda può iscriversi fino a un massimo di due categorie e risultare finalista per entrambe.

Ai vincitori di ogni categoria, Bernoni Grant Thornton offrirà servizi per un valore di € 10.000.

Ulteriori informazioni circa modalità e tempi per l’iscrizione e il regolamento sono disponibili sul sito www.openinnovativepmi.it

«L’imprenditoria italiana è composta da un gran numero di piccole imprese che rappresentano delle vere e proprie eccellenze. Sono circa 650 le aziende attualmente iscritte al registro delle PMI Innovative. Stimiamo che il numero di PMI che potrebbero essere comprese in questa categoria superi le 20 mila unità, ma molti imprenditori non sono consapevoli della loro condizione, che poterebbe loro numerosi vantaggi. Con questo premio non diamo solo visibilità e riconoscimento a coloro che già sono iscritte al registro, il nostro obiettivo è anche quello di innalzare l’attenzione sul tema e far conoscere a più imprese possibile i requisiti e i vantaggi derivanti dall’iscrizione al registro». Ha affermato Alessandro Dragonetti, co-managing partner e Head of Tax di Bernoni Grant Thornton.

Redazione

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.