Bilancio positivo per la 4^ edizione di Aerospace & Defence Meetings

 Bilancio positivo per la 4^ edizione di Aerospace & Defence Meetings

Si è chiusa oggi l’unica  business convention internazionale per l’aerospazio e la difesa in Italia: 500 aziende presenti di cui 240 imprese italiane; 18 Paesi; oltre 6.000 incontri b2b.

Le 500 aziende dei 18 Paesi hanno dato vita a oltre 6000 incontri, dei quali è stimato che oltre 1.000 hanno la possibilità concreta di trasformarsi in un ordine o in una collaborazione fattiva tra le imprese. E’ questo il primo bilancio della quarta edizione dell’Aerospace & Defense Meetings conclusa oggi a Torino.

Nel corso della due giorni sono stati avviati i rapporti a livello istituzionale per lo sviluppo di nuove occasioni di business in Portogallo e Gran Bretagna rispettivamente con Embraer Portugal e il cluster portoghese Pemas e l’inglese Midlands Aerospace Alliance.

Alla convention sono nati 5 nuovi tavoli tecnici, ovvero raggruppamenti di pmi per lo sviluppo di progetti innovativi, che coinvolgeranno complessivamente 25 imprese piemontesi a cui si aggiungeranno 3 potenziali partner da Francia e Germania. I temi al centro dei nuovi tavoli sono: nuovo velivolo dirigibile, sistemi di preventivazione dei costi di fabbricazione, sistemi avanzati di controllo numerico, sistemi di raffreddamento del motore e sistemi di misura.
Uno dei temi dominanti di questa edizione dell’Aerospace & Defence Meetings è stato il risparmio energetico e la riduzione dell’impatto ambientale, ben illustrato anche dagli avanzati progetti in tema di eco-sostenibilità applicati al settore aerospazio presentati nell’area del Green Village.

Tutto esaurito anche alla conferenza pre-apertura “Horizon 2020: a challenge and opportunity for AS Sector” tenuta il 22 ottobre e organizzata in collaborazione con la rete europea Enterprise Europe Network e SAE Torino Group, che ha fatto il punto su Horizon 2020, il programma che raggruppa tutti i finanziamenti dell’Unione Europea per favorire la ricerca e l’innovazione, dotato di un budget di 70 miliardi di euro per il periodo 2014-2020.

Tra i 18 paesi presenti, l’Italia ha confermato il suo ruolo da protagonista schierando 240 aziende fornitrici. Confermata anche, fra le varie regioni presenti, la leadership del Piemonte, che ha schierato oltre 60 aziende – incluse le 4 grandi Avio Aero, Alenia Aermacchi, Thales Alenia Space e Selex ES in qualità di acquirenti – che contribuiscono a qualificare il territorio piemontese come il più significativo dell’industria aerospaziale nazionale raccontata con l’esposizione di velivoli, moduli, dimostratori motori green, sistemi e simulazioni che fanno parte della storia italiana. Ben rappresentate anche Lazio, Lombardia, Campania, Puglia e Toscana, regioni che vantano importanti insediamenti produttivi e centri di ricerca che aggiungono lustro all’aerospazio nazionale.

Aerospace & Defense Meetings è un’iniziativa promossa nell’ambito di Torino Piemonte Aerospace, Progetto Integrato di Filiera (PIF) gestito dal Centro Estero per l’Internazionalizzazione (Ceipiemonte) su incarico di Regione Piemonte e Camera di commercio di Torino, che è anche sponsor principale dell’evento. La business convention è organizzata da ABE BCI Aerospace – leader mondiale nell’organizzazione di incontri d’affari per il settore aerospazio e difesa – con la collaborazione di Ceipiemonte, ALPS Enterprise Europe Network e con il supporto del Comitato Distretto Aerospaziale Piemonte e AIAD.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.