Una redazione di oltre 100 collaboratori, esperti delle tematiche che stanno a cuore alle imprese

Bonus assunzioni 2020: alla ricerca del più vantaggioso

Per l’anno 2020 il nostro Legislatore ha messo a disposizione di imprese e professionisti un ventaglio di 17 incentivi, che, sotto forma di sgravi contributivi, contribuiscono ad abbattere il costo del lavoro. 

Il Legislatore, tuttavia, non si è mostrato particolarmente creativo, in quanto, in tema di incentivi appunto, non ha portato nessuna novità, ma si è limitato a rielaborare agevolazioni già previste da precedenti normative e riportarle a nuovo attraverso leggere modifiche.

I destinatari delle agevolazioni possono essere racchiusi in due grandi macro aree: età e “status” sociale. 

Nel primo gruppo (età) troviamo appunto tutti gli incentivi finalizzati ad agevolare l’assunzione di soggetti che, per determinate caratteristiche anagrafiche, faticano ad entrare nel mondo del lavoro con contratti stabili (Apprendistato, Under 35, Giovani laureati eccellenti per citare solo alcuni degli incentivi previsti), o rischiano di non rientrarci più (Over 50).

Nel secondo gruppo (status sociale), invece, sono raccolti tutti gli interventi destinati alla collocazione di soggetti in determinate situazioni sociali, in modo da facilitare loro l’ottenimento di una nuova occupazione stabile. Mi riferisco, per esempio, agli incentivi per l’assunzione di:

  • beneficiari di reddito di cittadinanza
  • disoccupati percettori di Naspi (Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego)
  • Lavoratori in CIGS (Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria)
  • Detenuti e Disabili. 

Nell’analisi che segue tali incentivi sono stati messi a confronto, per capire quale vantaggio porta al Datore di Lavoro, in termini di riduzione dell’onere contributivo.

Il metro di paragone è l’ammontare dei contributi che l’azienda sostiene nell’arco di un triennio per un dipendente assunto a tempo indeterminato con una RAL (Retribuzione annua lorda) di 20.000€.

Per semplicità di analisi si ipotizza sempre una RAL di 20.000€.   

Qual è l’incentivo migliore? Apprendistato, assunzione di lavoratori in CIGS e detenuti…ma occhio ai percettori di reddito di cittadinanza!

Manuel Fantuzzi

Manuel Fantuzzi

Consulente del lavoro, Studio Mussi Restani & Partners

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.