Campania: interventi di microcredito destinati a microimprese e autoimprenditorialità

 Campania: interventi di microcredito destinati a microimprese e autoimprenditorialità

La Regione Campania, nell’ambito del PO FSE Campania 2007-2013, ha approvato interventi di microcredito volti a favorire l’accesso al credito delle microimprese, agevolare l’autoimprenditorialità e l’autoimpiego di soggetti svantaggiati, favorire lo spin off delle imprese.

Sono previste concessioni di prestiti da restituire fino a 25.000 euro a tasso zero.

Requisiti generali
Possono candidarsi persone fisiche, in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere cittadini dei Paesi dell’Unione Europea o cittadini di altri paesi se in possesso di carta di soggiorno o regolare permesso di soggiorno;
  • aver compiuto 18 anni di età, alla data di presentazione della proposta;
  • non aver riportato condanne con sentenza definitiva per reati di associazione di tipo mafioso, riciclaggio e impiego di denaro, beni o altra utilità di provenienza illecita di cui agli articoli 416 bis, 648 bis e 648 ter del codice penale;
  • non trovarsi in alcuna delle cause di esclusione previste dall’art. 38 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i.(divieto a contrarre con la Pubblica Amministrazione).

In riferimento alle imprese, oltre al possesso dei requisiti di cui sopra in capo al titolare della ditta individuale e ai soci della costituenda/costituita società, le proposte potranno essere presentate da:

  • microimprese costituende o costituite (anche mediante spin-off da imprese)
  • imprese del terzo settore (associazioni e cooperative sociali), costituende o costituite.

Ogni beneficiario potrà avere accesso a un solo intervento finanziario.

Sono considerate ammissibili al finanziamento:

  • le spese, strettamente inerenti il ciclo economico, per l’acquisto di macchinari, impianti, attrezzature nuovi o usati; le opere murarie necessarie all’adeguamento e messa a norma dei locali adibiti all’attività;
  • i beni immateriali ad utilità pluriennale, inclusi i diritti di brevetto, le licenze, i piani di sviluppo di impresa, i piani di marketing, i piani finalizzati all’internazionalizzazione se connessi ad un piano di ampliamento della base produttiva;
  • le spese per l’ acquisto di materie prime, semilavorati, materiali di consumo e di scorte; le spese per utenze e canoni di locazione degli immobili strumentali all’esercizio dell’attività; le spese per l’aggiornamento dei software;
  • le spese per servizi di consulenza professionale (legale, tecnica, commerciale); le spese per il personale qualora sulla risorsa non siano già stati concessi sgravi contributivi o incentivi all’assunzione in base a leggi nazionali, regionali progetti a finanziamento statale e/o regionale (quale ad esempio: Campania al lavoro!).

Le domande di accesso al Fondo MICROCREDITO FSE possono essere presentate a decorrere dalle ore 9.00 a.m. del 16 dicembre 2013 alle ore 12 a.m. del 16 gennaio 2014.

Il modulo, da compilare on line, è disponibile sui siti internet della Regione Campania e di Sviluppo Campania S.p.A.

Per ulteriori informazioni.

Redazione

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.