Canada: ABI, dalle banche oltre 1,2 miliardi per le imprese

 Canada: ABI, dalle banche oltre 1,2 miliardi per le imprese

Canada

[dropcap]O[/dropcap]ltre 1,2 miliardi già stanziati dalle banche per finanziare le esportazioni e gliinvestimenti delle imprese italiane in Canada. È questo il plafond messo a disposizione dal settore bancario per gli imprenditori che scelgono di operare nel mercato canadese.
Il dato è stato presentato da Guido Rosa, membro del Comitato di Presidenza ABI incaricato per le relazioni internazionali, al Forum economico tenutosi a Toronto, in occasione della missione di sistema organizzata da banche, imprese e Istituzioni. Alla missione, partecipa una delegazione di cinque dei principali gruppi bancari che rappresenta circa il 57% dell’intero mondo bancario italiano in termini di totale attivo: Intesa SanPaolo, Unicredit, UBI Banca, Banco Popolare di Vicenza, BPER.

«La missione economica e le riunioni dei prossimi giorni – ha detto Rosa – attestano in modo chiaro che ci sia ancora un notevole potenziale da realizzare nelle relazioni economiche tra l’Italia e il Canada. Entrambe le parti sono determinate a impegnarsi in un ulteriore dialogo in modo costante, proficuo e aperto. Le cinque banche partecipanti alla missione intendono potenziare le relazioni con le controparti locali, la cui collaborazione è fondamentale per l’ulteriore sviluppo delle relazioni economiche bilaterali, e rafforzare il supporto offerto alle imprese italiane, tanto dall’Italia quanto direttamente in Canada».

Il plafond per le imprese in Canada  
Del plafond complessivo dei crediti messo a disposizione dalle banche italiane – 1.262,8 milioni di euro- fino ad oggi sono stati impiegati 851,5 milioni di euro e 569,9 milioni di euro sul breve termine.

La presenza delle banche italiane  
Oltre alle linee di credito gli imprenditori che operano in Canada possono avvalersi dell’assistenza di importanti interlocutori di riferimento. Vi sono numerosi accordi di collaborazione con le principali banche canadesi volti all’assistenza delle imprese italiane che intendono operare nel Paese e viceversa. «Per quanto riguarda il futuro – ha concluso Rosa – gli imprenditori italiani possono contare sul settore bancario italiano come partner per avviare iniziative commerciali e produttive in Canada».

Redazione

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.