Una redazione di oltre 100 collaboratori, esperti delle tematiche che stanno a cuore alle imprese

Chengdu: una nuova frontiera in Cina per il vino italiano

VINO-CINA

[dropcap]S[/dropcap]i è appena conclusa la 90ma edizione della “Chengdu Wine Fair” a Chengdu, capitale della Provincia del Sichuan, con una grande presenza di vini italiani coordinati dalle attività di Vinitaly International in Cina.

ChengduChengdu è l’unica città cinese che, nel 2011 e 2012, è stata inserita nella classifica “Annual Top 10 Best Foreign Investment Strategy Cities in Asia”. Nel 2012 è stato registrato un investimento diretto straniero a Chengdu pari US$ 8.59 miliardi, con un GDP di US$ 130,7 miliardi, guadagnandosi così la terza posizione tra le principali città economiche cinesi.

Nonostante la recessione economica, che anche in Cina si è fatta sentire, la capitale del Sichuan è cresciuta nel 2012 del 25.6% rispetto all’anno precedente in termini di interscambio commerciale con Paesi terzi, pari a US$ 48 miliardi.

VINO-CINA-3L’iniziativa promossa da Vinitaly in Cina si inserisce pertanto in un contesto in forte ascesa, sicuramente meno saturo delle ormai rinomate grandi città quali Pechino, Shanghai o Canton. L’Ovest della Cina rappresenta in molti settori la nuova frontiera commerciale e industriale verso cui le imprese devono guardare.

Il programma di promozione del vino italiano sul territorio cinese continuerà anche tramite canali di vendita online b2c, che risultano essere di gran lunga più utilizzati in Cina rispetto a molti Paesi occidentali grazie anche ad un eccellente sistema di infrastrutture logistiche.

Riccardo Coli
r.coli@icloud.com

avatar

Riccardo Coli

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.