Una redazione di oltre 100 collaboratori, esperti delle tematiche che stanno a cuore alle imprese

Cittadini americani, detentori di Green Card residenti in Italia e dichiarazione dei redditi

Chi ha la cittadinanza americana ed è residente in Italia deve comunque fare la dichiarazione dei redditi anche in America. Questo vale ovviamente anche per quei cittadini italiani residenti in Italia che però sono nati in America e quindi sono cittadini americani (anche se negli USA sono rimasti per pochissimo tempo). Lo stesso dicasi per i cittadini italiani che non sono anche cittadini americani ma che hanno la Green Card. L’entrata in vigore della normativa FATCA sulla dichiarazione dei conti correnti detenuti all’estero, infatti, ha portato all’attenzione di queste persone l’obbligatorietà della dichiarazione dei redditi in America.

Per il fisco americano la posizione fiscale dei cittadini americani che vivono in Italia è quella di “US Tax Payer living abroad”. Se non è mai stata fatta la dichiarazione dei redditi negli USA, occorre farla per gli ultimi tre anni oltre al report FBAR, prevista nell’ambito della normativa FATCA, per gli ultimi sei anni dove si dichiarano tutti i conti correnti detenuti all’estero qualora il saldo combinato di tutti i conti detenuti superi anche per un solo giorno la cifra di $10.000.

La normativa FATCA, infatti, impone agli Istituti Finanziari di tutto il mondo di comunicare all’IRS i dati finanziari dei propri clienti che diano motivo di credere che abbiano residenza o Cittadinanza Americana.

Sanatoria per la dichiarazione dei redditi passati

Per i cittadini americani non residenti in America è in vigore una deduzione forfettaria di quasi $110.000 a cui si aggiungono i benefici contro la doppia imposizione previsti dal trattato Italia-Stati Uniti. Di conseguenza in caso di mancata dichiarazione dei redditi, solitamente il tutto si risolve con l’obbligo amministrativo di fare la sanatoria per la dichiarazione dei redditi passati, e, negli anni a venire, nel fare ogni anno la dichiarazione dei redditi in America.

Questa sanatoria si chiama “Streamlined Procedure” e permette di sanare la propria posizione presentando un blocco di 9 dichiarazioni passate: 3 dichiarazioni dei redditi e 6 dichiarazioni FBAR. Questo non si traduce in una sanzione da pagare e va appunto a sanare la posizione da un punto di vista amministrativo.

Ci sono dei casi in cui è particolarmente urgente presentare la sanatoria. Si tratta di quei soggetti che:

  • hanno frequenti contatti professionali/commerciali con gli Stati Uniti
  • hanno in programma di trasferirsi stabilmente nel futuro negli USA
  • che hanno un volume di investimenti finanziari di entità elevata

È necessario quindi avere chiaro i tipi di reddito percepiti in Italia, da quelli da lavoro dipendente oppure da lavoro autonomo fino ad affitti, cedole e/o dividendi, redditi occasionali per prestazioni di servizi, incasso di royalty etc.

a cura di ExportUSA

a cura di ExportUSA

ExportUSA New York Corp. è una società di diritto statunitense basata in America, a New York, e con uffici in Italia, a Rimini. Export USA è stata fondata nel 2003 per fornire alle piccole e medie imprese italiane tutti i servizi necessari per esportare con successo negli Stati Uniti. https://www.exportusa.us/

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.