Una redazione di oltre 100 collaboratori, esperti delle tematiche che stanno a cuore alle imprese

Come attuare i Modelli di organizzazione e gestione della sicurezza nelle piccole e medie imprese?

Prevenire gli infortuni professionali in impresa è possibile. E vi sono vari modi per raggiungere questo obiettivo. Uno di questi è quello di utilizzare i Modelli di organizzazione e gestione (Mog) per la salute e sicurezza sul lavoro, sviluppati secondo quanto prescrive il decreto del Ministro del Lavoro e delle politiche sociali del 13 febbraio 2014, che fornisce indicazioni operative per poterli attuare in maniera semplificata.

Modelli facilitati per aiutare le piccole imprese. Per contribuire alla loro conoscenza, specialmente presso le piccole e medie imprese dove la loro applicazione risulta ancora critica, l’Inail ha elaborato dei modelli precompilati, di semplice comprensione e utilizzo. Oltre a facilitarne la compilazione, essi costituiscono un utile supporto alle aziende per realizzare autonomamente un proprio Mog, consentendo nello stesso tempo di aumentare la consapevolezza a l’attenzione sui temi della sicurezza e della prevenzione.

Sinergia con associazioni e reti d’impresa. Altrettanto utile per la loro diffusione risulta la collaborazione con i network e le reti associative imprenditoriali. Fra queste rientra Sistema Impresa, la Confederazione autonoma delle imprese e dei professionisti che raggruppa numerose federazioni e organismi in diversi ambiti territoriali e produttivi nazionali. A Sistema Impresa sono associate oltre 167mila tra micro, piccole e medie imprese di diversi comparti produttivi, con un indotto stimabile a più di un milione di addetti.

Incrementare i modelli gestionali nelle imprese del turismo e dei servizi. Nel 2018, Inail e Sistema Impresa hanno rinnovato un accordo triennale per lo sviluppo e la promozione di iniziative per l’incremento e il miglioramento degli standard di salute e sicurezza nelle piccole e medie imprese nei settori turismo, commercio e terziario, tra cui il ricorso a un maggiore utilizzo dei Mog. Per affrontare i principali aspetti dell’adozione di questi strumenti e valutarne insieme vantaggi e criticità, i due enti hanno promosso un seminario nazionale il 30 gennaio prossimo presso l’Auditorium della Direzione generale Inail a Roma.

Al seminario presente anche la sottosegretaria al Lavoro e i vertici di Inail e Sistema Impresa. Il convegno sarà aperto dagli interventi del presidente dell’Inail, Franco Bettoni, di Francesca Puglisi, sottosegretaria al Lavoro e alle politiche sociali, di Claudio Durigon, membro della Commissione lavoro della Camera, e di Berlino Tazza, presidente di Sistema Impresa. Alla relazione introduttiva, affidata a Paolo Pascucci, ordinario di Diritto del lavoro all’ateneo di Urbino Carlo Bo, seguirà la tavola rotonda moderata dal Direttore centrale prevenzione dell’Istituto, Ester Rotoli, con un confronto fra istituzioni e parti sociali sulla validità e l’attuazione dei Mog nel sistema produttivo nazionale. Al panel interverranno, fra gli altri, Romolo De Camillis, direttore generale per i rapporti di lavoro e relazioni industriali del Ministero del Lavoro, e Cesare Damiano, già Ministro del Lavoro e presidente dell’Associazione Lavoro&welfare.

Un esempio di applicazione dei Mog in una impresa di turismo: l’agenzia di viaggi. Nella sessione pomeridiana, i professionisti dell’Istituto e di Sistema Impresa illustreranno il primo documento tecnico realizzato nell’ambito dell’accordo sull’applicazione dei Mog nel turismo: l’esempio di modulistica utilizzabile da un’agenzia di viaggi, con la rappresentazione cronologica degli adempimenti in materia di salute e sicurezza sul lavoro e la loro integrazione con i modelli gestionali. A concludere i lavori del seminario sarà l’intervento del direttore generale dell’Inail, Giuseppe Lucibello.

Redazione

Redazione

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.