Come definire un piano per il Digital Export

 Come definire un piano per il Digital Export

Jean Paul Ago, CEO di L’Oreal, una volta ha detto: “L’e-commerce non è la ciliegina sulla torta. È la nuova torta.

 

Il digitale può aiutare i processi di internazionalizzazione delle aziende italiane, questo ormai lo abbiamo capito.

Durante la pandemia, i numeri dell’e-commerce sono volati. Secondo l’Osservatorio eCommerce B2C del Politecnico di Milano, quest’anno gli acquisti di prodotto hanno avuto un’impennata del 31%.

L’Italia, però, è fatta per il 92% da aziende piccole e medie, che operano soprattutto nell’ambito del B2B, ovvero, con altre aziende (Il Sole 24 Ore, 2019).

Il cosiddetto Export Digitale, quindi, è utile solo a chi vende direttamente online, oppure offre vantaggi anche alle PMI che cercano importatori, distributori o rivenditori sui mercati esteri?

Secondo la mia esperienza, maturata in quasi nove anni di Export Digitale, il web accelera i processi di internazionalizzazione delle aziende B2B. Non solo, i risultati sono eccezionali: è possibile ottenere da 1 a 3 richieste di offerta a settimana. Se l’azienda è già conosciuta sul mercato, i contatti possono salire ancora.

Per sfruttare le leve del digitale e aumentare l’export, è possibile agire in autonomia, oppure servono competenze specifiche?

L’Executive Program di Weevo, che mi vede come docente, nasce proprio per trasmettere alle PMI le abilità necessarie. La prima edizione del 2021 inizierà a metà marzo. La versione live prevede solo 30 posti disponibili! Qui maggiori informazioni:  https://www.digitalexportmanager.com/

 

Il Digital Export richiede competenze specifiche, ma pianificare la tua strategia non deve essere per forza complicato. Ecco un percorso facile da seguire:

  • qual è l’obiettivo del piano? Non pensare a ottenere mi piace sui post, l’obiettivo possono essere le richieste commerciali da parte del tuo target;
  • come vuoi presentare la tua azienda sul mercato che hai scelto? Se non ti conoscono, dovrai comunicare chi sei, quali sono i tuoi valori;
  • qual è la tua offerta commerciale sul mercato? Come la vuoi presentare?
  • qual è il tuo Marketing Distinguo? Ovvero, cosa ti distingue dalla concorrenza in quel Paese?
  • quali contenuti, testuali o multimediali, puoi condividere per raggiungere l’obiettivo? Hai bisogno di predisporne di nuovi? Visto che parliamo di estero, ti consiglio di affidarti a un copywriter madrelingua, che possa interpretare il tuo messaggio secondo la cultura del Paese target;
  • quali sono i canali digitali migliori per raggiungere il tuo obiettivo? Quali investimenti devi predisporre per attivarli?
  • come hai intenzione di misurare l’andamento della tua strategia digitale?

Per delineare la giusta strategia di Export Digitale, puoi anche usare il marketing canvas gratuito che ho ideato, lo trovi tra i link utili a fine articolo. Si chiama Visual Communication Planner ed è già stato scaricato da oltre 20.000 aziende nel mondo. Sul sito dedicato, trovi anche le slide con le domande dettagliate a cui dare risposta, per definire il tuo piano d’azione.

 

Le aziende, in particolare le PMI, non possono più fare a meno dell’Export Digitale. Per raggiungere i propri obiettivi è però necessario avere le competenze giuste, esattamente come in questa storia:

Un uomo non vedente stava seduto sui gradini di un edificio, con un cappello ai suoi piedi e un cartello con su scritto: “Sono cieco, aiutatemi.”

Un pubblicitario che passeggiava lì vicino, si fermò e notò che aveva solo pochi centesimi nel suo cappello. Senza chiedere il permesso dell’uomo, prese il cartello, lo girò, e scrisse: “Oggi è primavera… e io non la posso vedere.”

Quel giorno, il cappello del non vedente si riempì di monete e banconote.

 

Per imparare il processo di definizione della corretta strategia di Export Digitale, puoi iscriverti all’’Executive Program sul Digital Export Manager. È in sconto del 60% solo fino al 22 gennaio! https://www.digitalexportmanager.com/

 

La strategia, senza un processo, è poco più di una lista della spesa.” Robert Filek

 

Alcuni link utili:

Gabriele Carboni

https://weevo.it

Definito da Going Global UK: "Massimo esperto in strategie di marketing digitale internazionale".

Tra i 5 maggiori marketing influencer italiani secondo Digitalic. Autore di "Strategie web per i mercati esteri", Hoepli 2016 e "The Marketing Distinguo: differentiation on three steps", Amazon 2019.

Ha il deato il Visual Communication Planner, il marketing canvas scaricato da quasi 20.000 aziende e professionisti nel mondo.

L'unico italiano a completare il master MIT Digital Business Strategy sulla Digital Transformation.

Premiato tra le tre Best 2019 Marketing Innovation al DES 2019 di Madrid con il progetto Marketing Distinguo.

Ha già collaborato come docente per Exportiamo Academy, 24ore Business School, Università di Bologna, Università di Trento, Università Internazionale di Roma, Ninja Academy.

È l'unico consulente di BPER Banca per l'Export Digitale.

Fa parte della commissione UNI per la definizione della normativa relativa alla professione dell’Export Manager e del Digital Export Manager.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.