Come intercettare finanziamenti a fondo perduto in Puglia per l’internazionalizzazione

 Come intercettare finanziamenti a fondo perduto in Puglia per l’internazionalizzazione
Photo by Luis Cortes on Unsplash

La Regione Puglia ha lanciato una nuova misura rivolta ad imprese di piccola e media dimensione che intendano realizzare un programma per l’internazionalizzazione del proprio business denominato  “Aiuti ai Programmi di Internalizzazione delle Piccole e Medie Imprese – Titolo IV” della Regione Puglia. La dotazione finanziaria a disposizione è pari a 17 milioni di euro.

La misura prevede un contributo massimo di 300 mila euro per impresa e fino a 2 milioni di euro per reti d’impresa o consorzi.

I progetti finanziabili tramite il bando devono prevedere investimenti per almeno 50.000,00 euro.

Gli investimenti dovranno riguardare:

  1. internazionalizzazione, essere cioè utili al potenziamento della competitività dell’azienda all’estero attraverso progetti di commercializzazione all’estero e/o collaborazione industriale con partner esteri;
  2. marketing internazionale,  utili cioè a garantire una presenza stabile dell’impresa nei mercati esteri. Esempi di investimento di questo tipo sono:
    – l’assistenza di consulenti qualificati per realizzare azioni sul campo
    – l’introduzione di nuovi prodotti o marchi sui mercati esteri
    – la progettazione di iniziative coordinate di promozione e comunicazione;
  3. partecipazione a fiere in Italia o all’estero, di particolare rilevanza internazionale.

I soggetti beneficiari che possono richiedere l’agevolazione sono:

  • PMI;
  • raggruppamenti di PMI, con sede operativa in Puglia, costituiti con forma giuridica di “contratto di rete” che abbiano acquisito soggettività giuridica;
  • consorzi con attività esterna e società consortili di piccole e medie Imprese, costituiti anche in forma cooperativa, con sede operativa in Puglia.

I codici ATECO ammessi a agevolazione sono :

  • attività manifatturiera (sezione “C”);
  • settore delle costruzioni (sezione “F”);
  • attività dei servizi di alloggio e ristorazione – limitatamente alle attività turistico ricettive di qualsiasi forma e dimensione (sezione “I”);
  • settore dei servizi di comunicazione ed informazione (sezione “J”).

L’agevolazione prevista dal bando  consiste :

  • un contributo a fondo perduto in conto interessi sul finanziamento concesso dalla banca o confidi;
  • un ulteriore contributo a fondo perduto fino a un’intensità di aiuto complessiva del 45%.

Le agevolazioni vengono calcolate su un importo finanziato massimo di € 800.000,00 per impresa e € 4.000.000,00 per i progetti presentati da Rete di impresa o Consorzi. Per programmi di internalizzazione e/o di marketing internazionale l’importo complessivo massimo dell’aiuto è di € 300.000,00 per impresa e di € 2000.000,00 per Reti di Impresa o consorzi; Per la partecipazione a fiere l’importo complessivo massimo dell’aiuto è di € 100.000,00 per impresa e € 200.000,00 per Reti di Impresa o consorzi.

I costi finanziabili attraverso il Bando Aiuti ai Programmi di Internalizzazione delle Piccole e Medie Imprese – Titolo IV sono:

  1. Spese per servizi di consulenza specialistica, finalizzati a sviluppare il progetto di promozione internazionale;
  2. Costi esterni per la figura dell’export manager, dedicato esclusivamente al lavoro di conduzione, coordinamento e gestione delle attività del progetto di promozione internazionale;
  3. Spese per servizi di consulenza specialistica per studi ed analisi di fattibilità per la costituzione e gestione di investimenti all’estero. In particolare, queste spese devono avere funzionali alla costituzione di centri di servizi di vendita, controllo e certificazione di qualità, assistenza post-vendita, distribuzione e/o logistica per il sistema di offerta;
  4. Spese per la partecipazione a fiere specializzate di particolare rilevanza internazionale;
  5. Spese per l’organizzazione e la realizzazione di mostre promozionali inserite in un evento/mostra di carattere internazionale;
  6. Costi per i servizi di consulenza relativi alla progettazione, organizzazione e realizzazione di specifiche azioni promozionali sui mercati esteri di riferimento.

Le domande possono essere presente dal 2 marzo 2020 fino ad esaurimento risorse, esclusivamente per via telematica.

Maurizio Maraglino Misciagna

https://www.mauriziomaraglino.it/

Dottore commercialista e revisore legale. Giornalista  pubblicista. Esperto in finanza innovativa e startup. www.mauriziomaraglino.it

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.