Commercialisti addio? Forse no, se si rivoluziona la professione

 Commercialisti addio? Forse no, se si rivoluziona la professione

Leggevo ieri un’intervista sul Corriere della Sera sul futuro di alcune professioni legato alla rivoluzione digitale e indovinate un po’? “Commercialisti addio, resisteranno solo i classici mestieri manuali, come l’idraulico”!

Lo dicono Erik Brynjolfsson e Andrew McAfee, due accademici del MIT di Boston, nel loro ultimo libro ‘The Second Machine Age’, affermando che tra le professioni più a rischio sicuramente ci sono i mestieri intellettuali di livello intermedio basati su modelli replicabili.

I due prendono per esempio i commercialisti ed il software ‘Turbo Tax’, il programma informatico che ti aiuta a compilare le dichiarazioni fiscali, che negli Stati Uniti è ormai popolarissimo ed è stato pubblicizzato in tv anche durante il Superbowl. Un software che costa solamente 39 dollari!

E questa situazione si replicherà sicuramente anche qui in Italia, in un futuro secondo me molto, molto vicino e personalmente, dal 2011, sto denunciando la nostra “tragica” situazione attraverso i miei siti www.ilnuovocommercialista.it e www.lamortedelcommercialista.it.

I nostri Ordini fanno come gli struzzi, invece di organizzare convegni sulle prospettive future e sulle occasioni future per la nostra professione continuano ad organizzare convegni sulle tematiche fiscale.

Ma la verità è solamente una: la competenza fiscale non sarà più un vantaggio competitivo: i Fiscalisti e Contabili spariranno!

Mi ritorna in mente il lontano 1986 quando l’Olivetti mise in commercio il M20, che permetteva di fare le contabilità e le dichiarazioni dei redditi. I colleghi più anziani che dicevano “il computer non entrerà mai nel mio studio” sono statispazzati via e accadrà lo stesso a quanti di noi punteranno tutto sulla specializzazione fiscale e sulle contabilità gestite internamente allo studio.

Ecco perché occorre che il nuovo commercialista del futuro, anche qui in Italia, rivoluzioni il modo di intendere la sua professione, esternalizzando tutte quelle attività a basso valore aggiunto e scarsamente redditizie come appunto la contabilità.

Simone Brancozzi sui social network:

Logo-Facebook Logo-Twitter Logo-Linkedin Logo-GooglePlus Logo-youtube

Simone Brancozzi

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.