Una redazione di oltre 100 collaboratori, esperti delle tematiche che stanno a cuore alle imprese

Comunicare con il video… il Food

food-2

[dropcap]C[/dropcap]ontinua il viaggio di Movi&Co. attraverso i vari settori merceologici e il loro modo di fare comunicazione.

Oggi parleremo di Food.

A meno di un anno dall’inizio dell’Expo 2015, dedicata alla nutrizione, al cibo e al pianeta, non potevamo non dedicare un articolo al tema, che insieme alla Moda e al Design, è sinonimo di eccellenza italiana in tutto il mondo.

Il Food rappresenta il cambiamento, nel 2013 ha contribuito al PIL nazionale per circa il 10%.

Questo cambiamento è dovuto in parte anche all’utilizzo dei media e all’interesse che le persone rivolgono sempre più al mondo dell’alimentazione e alle materie prime.

Se da una parte la comunicazione degli ultimi decenni ci ha abituato a vedere i grandi brand pubblicizzare con spot in Tv i loro prodotti, spesso accompagnati da testimonial noti; dall’altra c’è una nuova direzione al dialogo critico e al confronto con il consumatore finale.

Questa tendenza si sviluppa soprattutto grazie al web e ai social network, sono infatti svariati gli strumenti che anche una piccola media impresa può utilizzare per comunicare, soprattutto se si vuole rivolgere a mercati sempre più lontani.

Molte quindi le aziende del settore agroalimentare che in questi anni hanno deciso di partecipare al Concorso Movi&Co, alcune per sperimentare una prospettiva di comunicazione diversa, nell’ottica anche di compiere un’attività di Responsabilità Sociale, dando l’opportunità a giovani videomaker di confrontarsi con un brand dal respiro internazionale, come Danone

[sz-youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=U5tdwTbq32U” cover=”https://www.youtube.com/watch?v=U5tdwTbq32U” /]

Il sito è uno strumento di comunicazione e diffusione molto efficace per le aziende del settore agroalimentare, soprattutto per  l’e-commerce.

Il video, come abbiamo già spiegato negli articoli precedenti, è un ottimo strumento di comunicazione, perché è immediato, emoziona e può essere declinato per i vari mezzi di comunicazione.

Come per esempio ha fatto D’Amico Sottoli che, con Movi&Co, ha realizzato due video: uno per le televisioni locali e l’altro per il sito internet

[sz-youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=aMMreWupwJk” cover=”https://www.youtube.com/watch?v=aMMreWupwJk” /] [sz-youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=nGKmV6hPnDE” cover=”https://www.youtube.com/watch?v=nGKmV6hPnDE” /]

Anche un’azienda come Ferrari Formaggi, attiva nella comunicazione main stream sia dagli anni ’80, si è avvicinata a Movi&Co per sperimentare e provare a farsi raccontare dallo sguardo “fresco”  di giovani videomaker.

[sz-vimeo url=”https://vimeo.com/82103047″ cover=”https://vimeo.com/82103047″ /]

Quando si parla di Food non ci si può esimere dal parlare della Grande Distribuzione.

Fra le aziende che hanno partecipato al Concorso Movi&Co, c’è anche Iper, la grande I, che sceglie di rivolgersi ai clienti, con uno spot proiettato direttamente nei punti vendita.

[sz-youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=hPPOQzSKi2c” cover=”https://www.youtube.com/watch?v=hPPOQzSKi2c” /]

Concludiamo l’articolo con un esempio di azienda dalla lunga tradizione familiare, che ha saputo con la tecnologia e l’innovazione apririsi a nuove strade e a nuovi mercati, creando un vero stile di vita “rigoroso verso la tradizione, ma innovativo verso il futuro”.

Il Gruppo Farchioni, con il video realizzato per Terre della Custodia, racconta i sapori della propria terra e la memoria d’azienda, con un’insolita favola moderna.

[sz-youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=0GSB8z_PdKk&feature=youtu.be” cover=”https://www.youtube.com/watch?v=0GSB8z_PdKk&feature=youtu.be” /]

 

 

avatar

Movi&Co.

1 Comment

    Partecipa alla discussione

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.