Contributi a fondo perduto del Decreto Sostegni. Pagamenti a quota 3 miliardi di euro per un milione di destinatari

 Contributi a fondo perduto del Decreto Sostegni. Pagamenti a quota 3 miliardi di euro per un milione di destinatari

Lo scorso 16 aprile, a 16 giorni dall’apertura del canale telematico per l’invio delle domande, i pagamenti eseguiti dall’Agenzia delle Entrate a favore di imprese e lavoratori autonomi erano più di un milione, per un importo complessivo che supera i 3 miliardi di euro (3.045.127.656 euro).

Rispetto all’importo totale, circa 625 milioni di euro hanno raggiunto gli esercenti del commercio all’ingrosso e al dettaglio di autoveicoli e motocicli, 608 milioni sono stati destinati alle attività dei servizi di alloggio e ristorazione, 336 milioni a quelle manifatturiere, 324 milioni al settore dell’edilizia.

A livello regionale, i mandati di pagamento più numerosi sono stati inviati in Lombardia (circa 173mila soggetti che hanno ricevuto il contributo), seguono il Lazio (108mila), la Campania (103mila), il Veneto (75mila) e la Toscana (74mila). Fra le altre regioni spiccano la Sicilia (71mila), l’Emilia-Romagna (71mila), la Puglia (70mila) e il Piemonte (69mila).

Più di un milione le domande già lavorate – Sono 987.616 le istanze di contributo a fondo perduto per le quali è stato già inviato l’ordine di accredito sul conto corrente. A queste si i aggiungono i 22.269 contributi riconosciuti in forma di crediti di imposta da utilizzare in compensazione, per un totale di 1.009.885 contributi erogati. L’importo complessivo liquidato supera quota 3 miliardi di euro, precisamente 3.045.127.656, destinato alle partite Iva che hanno presentato la domanda sulla piattaforma informatica delle Entrate, gestita dal partner tecnologico Sogei, entro il 12 aprile 2021.

Il contributo per tipologia di attività – Sono circa 200mila i pagamenti eseguiti nel settore del commercio all’ingrosso e al dettaglio di autoveicoli e motocicli (19,71% sul totale), oltre 180mila (17,87%) quelli relativi alle attività professionali, scientifiche e tecniche, 136mila quelli che riguardano i servizi di alloggio e ristorazione (13,52%). Per quanto riguarda gli importi, circa 625 milioni di euro interessano il commercio all’ingrosso e al dettaglio di autoveicoli e motocicli, 608 milioni sono destinati ai servizi di alloggio e ristorazione, 336 milioni alle attività manifatturiere, 324 milioni al settore dell’edilizia, 288 milioni alle attività professionali, circa 195 milioni alle agenzie di viaggio e ai servizi di supporto alle imprese.

Gli operatori interessati regione per regione – Sul totale dei soggetti richiedenti, oltre 170mila svolgono la loro attività in Lombardia, seguono il Lazio con 108.070 operatori economici, la Campania (103.565), il Veneto (75.575), la Toscana (74.342). Fra le altre regioni spiccano la Sicilia (71.051), l’Emilia-Romagna (71.032), la Puglia (70.418) e il Piemonte (69.021).

Nelle tabelle seguenti sono riportati i dettagli delle attività e di tutte le regioni.

Tabella 1

Istanze di richiesta

Importo Bonus

A – Agricoltura, silvicoltura e pesca

35.825

80.837.987

B – Estrazione di minerali da cave e miniere

274

2.942.601

C – Attivita’ manifatturiere

64.440

336.099.634

D – Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata

1.242

4.299.593

E – Fornitura di acqua-reti fognarie, attivita’ di gestione dei rifiuti e risanamento

770

6.009.988

F – Costruzioni

95.274

324.896.696

G – Commercio all’ingrosso e al dettaglio-riparazione di autoveicoli e motocicli

199.018

625.449.152

H – Trasporto e magazzinaggio

25.549

92.369.046

I – Attivita’ dei servizi di alloggio e di ristorazione

136.527

608.616.912

J – Servizi di informazione e comunicazione

25.790

63.584.988

K – Attivita’ finanziarie e assicurative

11.130

16.986.076

L – Attivita’ immobiliari

29.175

120.352.376

M – Attivita’ professionali, scientifiche e tecniche

180.467

288.413.038

N – Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese

46.022

194.852.622

O – Amministrazione pubblica e difesa-assicurazione sociale obbligatoria

61

175.367

P – Istruzione

15.241

26.420.148

Q – Sanita’ e assistenza sociale

53.633

71.137.754

R – Attivita’ artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento

30.040

88.152.859

S – Altre attivita’ di servizi

59.155

93.094.178

T – Attivita’ di famiglie e convivenze come datori di lavoro
per personale domestico-produzione di beni

11

17.411

Z – Assente / Non disponibile

241

419.230

Codice Attività

1.009.885

3.045.127.656

Tabella 2

Regione

Istanze di richiesta

Importo Bonus

Abruzzo

23.995

60.247.095

Basilicata

7.983

20.260.249

Calabria

31.261

64.806.694

Campania

103.565

296.822.273

Emilia-Romagna

71.032

220.924.357

Friuli-Venezia Giulia

14.857

43.743.601

Lazio

108.070

349.963.819

Liguria

26.030

67.806.097

Lombardia

173.357

603.838.187

Marche

25.384

73.629.079

Molise

5.124

11.039.933

Non disponibile

16

47.288

Piemonte

69.021

187.403.138

Puglia

70.418

172.093.093

Sardegna

26.399

68.312.324

Sicilia

71.051

170.400.172

Toscana

74.342

254.244.943

Trentino-Alto Adige

15.324

58.597.145

Umbria

14.409

38.845.620

Valle D’Aosta

2.672

6.623.399

Veneto

75.575

275.479.150

Territorio

1.009.885

3.045.127.656

Redazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.