Una redazione di oltre 50 collaboratori, esperti delle tematiche che stanno a cuore alle imprese

Cresce del 22% rispetto allo scorso anno la domanda di lavoratori interinali da parte delle imprese milanesi

[dropcap]C[/dropcap]resce anche nel 4° trimestre 2014 la domanda di lavoratori interinali da parte delle imprese alle Agenzie per il Lavoro: + 22%, rispetto a 12 mesi fa, con un mercato trainato dagli Addetti al commercio, la cui quota rispetto al totale delle richieste complessive del trimestre supera il 50% (51%). È quanto emerge dall’ultima analisi dell’Osservatorio Assolombarda, realizzato in collaborazione con le Agenzie per il Lavoro, che monitora con cadenza trimestrale la domanda di lavoratori interinali formulata dalle imprese alle agenzie.

«L’analisi dell’Osservatorio non restituisce solo uno spaccato dell’andamento del mercato del lavoro percepito dalle Agenzie di intermediazione ma offre anche, in termini più prospettici, una graduatoria dei profili maggiormente ricercati e dei quali le aziende hanno più bisogno – dichiara Mauro Chiassarini, Vicepresidente di Assolombarda con delega al lavoro e all’occupazione -. La difficoltà, per esempio, a reperire alcune figure tecniche rappresenta un’indicazione da non sottovalutare anche considerando che è stata rilevata in un periodo di sostanziale immobilità della domanda di lavoro. È necessario, pertanto, porvi rimedio per evitare che diventi un elemento negativo ai fini della ripresa economica».

Il contributo più significativo all’incremento della domanda di lavoratori interinali deriva dal forte aumento delle richieste degli Addetti al commercio, che rispetto allo stesso periodo del 2013 (34% del totale) hanno raggiunto, alla fine del 2014, il 51% delle richieste alle Agenzie per il Lavoro. Di questi i 2/3, circa il 35% dei lavoratori interinali intermediati sul mercato del lavoro tra ottobre e dicembre, sono Esercenti e addetti nelle attività di ristorazione. E, rispetto alla percentuale relativa alle attività di ristorazione, la maggior parte sono cuochi (65%), il 18% sono esercenti di ristoranti, fast food e pizzerie e il 10% sono camerieri di ristorante.

In aumento, tra le figure più ricercate, anche i Conduttori di impianti (+15%) e i Tecnici (+7%), in particolare quelli di apparecchiature ottiche e audio-video. In calo, invece, le richieste di Impiegati esecutivi (-13%), di Operai specializzati (-12%) e di Personale non qualificato (-25% nel 4° trimestre 2014 rispetto allo stesso periodo del 2013).

Se è vero che l’analisi ancora non intercetta una ripresa delle attività manifatturiere, sul fronte della reperibilità le agenzie di intermediazione segnalano anche per l’ultimo trimestre 2014 difficoltà a reperire alcune figure tecniche, in particolare i Tecnici in campo ingegneristico.

Redazione

Redazione

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.