Crescono le imprese digitali: +1,8% nell’ultimo anno. In cinque anni crescita a doppia cifra (+10%), meglio l’artigianato digitale (+11,8%)

 Crescono le imprese digitali: +1,8% nell’ultimo anno. In cinque anni crescita a doppia cifra (+10%), meglio l’artigianato digitale (+11,8%)

La crescente adozione di tecnologie digitali negli ultimi anni ha ampliato la domanda di servizi da parte di imprese e famiglie. Come è stato documentato di recente in cinque anni sono pressocché raddoppiati (+92,1%) gli acquirenti di beni on line ed è cresciuta la quota di imprese – arrivando al 21,5%, superiore di 0,6 punti alla media UE – che utilizza servizi di cloud computing. Una piccola impresa su sei (18%) utilizza il canale on line per promuovere i propri prodotti e l’azienda, in un contesto in cui la raccolta pubblicitaria internet ha superato quella di quotidiani e periodici.

Focalizzando l’attenzione sul segmento di imprese che offrono servizi digitali – Produzione di software, consulenza informatica e attività connesse (J62) e Attività dei servizi d’informazione e altri servizi informatici (J63) –  al I trimestre 2017 le imprese digitali sono 94.934 e presentano un tasso di crescita tendenziale, del +1,8% a fronte di una sostanziale stabilità (+0,2%) del totale delle imprese. La crescita delle imprese digitali è più intensa rispetto agli altri settori: i Servizi non commerciali e non digitali si fermano infatti sul +1,0%, il Commercio e la riparazione diminuiscono dello 0,3%, le Costruzioni sono in flessione dello 0,9% ed il Manifatturiero comprensivo di estrattivi ed energia è in calo dell’1,0%. A livello regionale le imprese digitali crescono maggiormente nelle Marche (3,3%), nel Lazio (2,6%), nell’Umbria (2,5%) ed in Lombardia, Campania e Friuli-Venezia Giulia (tutte a +2,1%).

L’artigianato digitale conta 10.354 imprese che rappresentano un decimo (10,9%) del totale del comparto e sono in crescita dell’1,0% in controtendenza rispetto al calo dell’1,3% rilevato per il totale delle imprese artigiane. A livello regionale le imprese artigiane digitali crescono maggiormente in Piemonte (4,3%), Marche (4,0%), Friuli-Venezia Giulia (3,9%), Veneto (3,7%) e Lombardia (3,3%).

Nell’arco di cinque anni la crescita del totale delle imprese digitali arriva alla doppia cifra, con un aumento cumulato del 10,0%, a fronte della stagnazione (-0,3%) del totale delle imprese e l’artigianato digitale mostra un maggiore dinamismo, segnando un aumento pari all’11,8%, in decisa controtendenza rispetto alla marcata selezione (-7,9%) registrata nel periodo dal totale delle imprese artigiane.

Le imprese di servizio digitale danno lavoro a 361.280 addetti, con una dimensione media delle imprese attive di 4,57 addetti, valore superiore rispetto al 3,71 del totale delle imprese ed oltre la metà (56,4% pari a 203.704 occupati) dell’occupazione è concentrata in piccole imprese ed più di un terzo (36,8%) lavora nelle microimprese.

La crescita delle imprese digitali è stata esaminata nella presentazione dell’Ufficio Studi “Economia digitale e mercato delle Associazioni: le trasformazioni della domanda delle imprese e dell’offerta dei servizi” tenuta al Gruppo di lavoro Formazione alla Convention servizi 2017. Clicca qui per scaricarla.

DINAMICA NELL’ULTIMO ANNO E NEGLI ULTIMI 5 ANNI DEI SERVIZI DIGITALI (J62 E J63) PER REGIONE

I trimestre 2017-Variazione % degli stock del totale imprese registrate su I trimestre 2016 e su I trimestre 2012 – Elaborazione Ufficio Studi Confartigianato su dati Unioncamere-Infocamere

DINAMICA TENDENZIALE DEI SERVIZI DIGITALI (J62 E J63) PER REGIONE: TOTALE IMPRESE ED IMPRESE ARTIGIANE

I trimestre 2017-Variazione % degli stock delle imprese registrate su I trimestre 2016. Dinamica artigianato decrescente – Elaborazione Ufficio Studi Confartigianato su dati Unioncamere-Infocamere

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.