Crisi economica, imprese e lavoro

 Crisi economica, imprese e lavoro

work-1001043_640

Qual è il legame tra le scelte che gli individui fanno in istruzione e formazione e le loro storie lavorative, in termini di inserimento professionale, occupazione e reddito? E quale relazione vi è tra le performance produttive e la competitività delle imprese da una parte e l’organizzazione delle risorse umane, la contrattazione, gli incentivi ad accumulare competenze professionali dall’altra?

Su queste domande ruota il volume appena pubblicato dall’Isfol “Crisi economica, imprese e lavoro: il ruolo del capitale umano in Italia”, curato da Andrea Ricci. Il testo raccoglie e sistematizza i risultati di più indagini svolte in Istituto, collocando le analisi sul capitale umano in un quadro più ampio e generale, dove i dati microeconomici relativi alla qualità dei percorsi formativi e all’offerta di lavoro vengono interpretati contestualmente ai comportamenti delle imprese e agli effetti che la qualità delle istituzioni esercita sulla dinamica del tessuto produttivo e sul mercato del lavoro.

L’attenzione in particolare viene posta sugli effetti che la crisi economica ha avuto sui processi di incontro tra domanda e offerta di conoscenze e competenze, favorendo l’emergere di fenomeni come le migrazioni intellettuali, l’educational mismatch e forme di polarizzazione delle condizioni contrattuali.

Il volume è disponile sul sito dell’Istituto: Crisi economica, lavoro e imprese: il ruolo del capitale umano in Italia, a cura di Andrea Ricci, Isfol, 2016.

Redazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.