Dal 7 gennaio 2015 al via le assunzioni congiunte in agricoltura

 Dal 7 gennaio 2015 al via le assunzioni congiunte in agricoltura

lavoro-agricoltura-3

[dropcap]I[/dropcap]l decreto direttoriale num. 85 del 28 novembre 2014 rende pienamente applicabili le assunzioni congiunte in agricoltura, definendo le modalità concrete per effettuare la relativa comunicazione. Dopo la legge 9 agosto 2013 n. 99 e il decreto ministeriale del 27 marzo 2014,  mancava solo il decreto direttoriale citato, che, in effetti, rappresenta l’ultima tessera del mosaico che permetterà di dare il via, a partire dal 7 gennaio 2015, a questo importante strumento contrattuale, assolutamente innovativo nel nostro ordinamento giuridico. Pertanto dalla seconda settimana del 2015 le imprese agricole potranno assumere congiuntamente lo stesso lavoratore e destinarlo a prestare l’attività, promiscuamente, nelle rispettive aziende.

In effetti il decreto direttoriale in commento ha aggiornato, come di consueto avviene periodicamente, i modelli unificati di cui al Decreto interministeriale 30 ottobre 2007, introducendo alcune modifiche al modello Unilav che, nel caso delle assunzioni congiunte viene denominato “UNILAVCong”. Questa operazione consentirà ai “datori di lavoro” e ai “soggetti abilitati” di inviare comunicazioni di assunzione, trasformazione, cessazione, proroga di lavoratori dipendenti utilizzati congiuntamente. Il modello “UNILAVCong” si differenzia dal tradizionale Unilav perché contiene la sezione “altri datori di lavoro”, ove devono essere indicati gli estremi degli ulteriori datori di lavoro che, insieme a quello che effettua la comunicazione, procedono all’assunzione. Si tratta quindi di un modello che, rispettando l’impostazione generale di quello tradizionale, consente però l’indicazione di una pluralità di datori di lavoro.
Nel modello dovrà anche essere indicato, in linea di massima, il CIDA, ossia il codice identificativo denuncia aziendale, rilasciato dall’Inps a tutti i datori di lavoro agricolo all’atto della presentazione della denuncia aziendale e che costituisce una specie di numero identificativo Inps agricolo.

Il Cida non dovrà essere obbligatoriamente indicato nel caso in cui si tratti di datori di lavoro non agricoli, ipotesi che può verificarsi proprio quando l’assunzione congiunta sia effettuata da imprese legate da un contratto di rete e solo parte della aggregazione imprenditoriale (almeno la metà) sia composta da aziende agricole.
Un altro dato che deve essere fornito nell’UNILAVCong è il luogo di conservazione dell’accordo tra i datori di lavoro interessati, come previsto dal DM 27 marzo 2014, in base al quale le imprese legate da contratto di rete ovvero condotte da parenti o affini entro il terzo grado individuano tra loro il soggetto incaricato di effettuare le comunicazioni obbligatorie di assunzione, trasformazione, proroga e cessazione del rapporto di lavoro. Questo accordo deve essere depositato presso l’associazione di categoria con modalità che ne garantiscano la data certa (trasmissione per raccomandata, via Pec, timbro postale, eccetera).

Qualora si tratti di imprese che abbiano sottoscritto un contratto di rete, l’individuazione del soggetto incaricato delle comunicazioni può avvenire anche nello stesso contratto di rete: in tal caso va indicato il luogo di deposito del contratto.

La trasmissione della comunicazione di assunzione dei lavoratori reclutati con questa particolare tipologia contrattuale dovrà essere effettuata attraverso il portale cliclavoro.gov.it. In altre parole le assunzioni congiunte, a prescindere dal luogo dove è ubicata la sede di lavoro, dovranno essere comunicate non secondo il tradizionale canale telematico regionale per le comunicazioni obbligatorie, ma solo ed esclusivamente tramite la sezione “Adempimenti” del portale cliclavoro.gov.it dove sarà operativa dal 7 gennaio un’apposita applicazione web denominata “UNILAV-Congiunto”.

Attraverso tale canale potranno altresì essere effettuate le comunicazioni relative alle variazioni del rapporto di lavoro (trasformazione, proroga, cessazione) nonché la rettifica e l’annullamento di comunicazioni precedentemente effettuate. Le comunicazioni relative alle assunzioni congiunte potranno essere effettuate da tutti i soggetti accreditati al portale cliclavoro, compresi gli intermediari abilitati.

Studio Legale e Tributario Garaffa & Manenti
http://www.leggiecontratti.it/

Studio Legale e Tributario Garaffa e Manenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.