E-commerce: gli sbagli più frequenti delle PMI e i consigli per evitarli

 E-commerce: gli sbagli più frequenti delle PMI e i consigli per evitarli

“Fare e-commerce non significa solo fare un sito, ma costruire un’organizzazione imprenditoriale attorno al sito” – da questo incipit il CEO di Calicantus srl, Valentino Bergamo, ha tracciato un percorso ideale, dedicato all’utilizzo vantaggioso dell’e-commerce, con particolare attenzione verso le PMI che lo vedono come lo strumento per ripartire, dopo il lockdown.

Durante i cinque giorni si sono alternati numerosi speech e webinar, in particolare gli interventi targati Calicantus sul tema dei Digital Marketing Social e della creazione di uno Shop online.

Tra i fondamentali è il concetto di “customer-journey”, il percorso compiuto dagli acquirenti prima di approdare al nostro negozio-online, a partire da un termine digitato nei motori di ricerca o una pubblicità vista nei social network.

In questo contesto, dogmi quali “numero di post giornalieri o settimanali” e “orario di pubblicazione”, vengono meno, sostituiti da “contenuto target”, “cliente target” e “momentum”, ovvero il contenuto appropriato, proposto al pubblico interessato, nel momento giusto, al fine di persuadere e convertire il pubblico in cliente e in ambasciatore del marchio, del prodotto o del servizio, presso la propria rete sociale.

Per questo Social Commerce è innanzitutto “social” e “conversazione”, per questo sono le interazioni tra persone e aziende a creare le opportunità.

Come è noto le conversazioni vanno stimolate, strutturando un “piano editoriale” attraverso il quale sperimentare diverse tipologie di contenuto (declinate a loro volta in molteplici formati) e capendo quali siano le più efficaci, nell’ambito della nostra strategia.

Infine, per raggiungere la massima diffusione, il piano editoriale deve essere integrato da una strategia pubblicitaria sponsorizzata sui diversi canali.

Altri aspetti fondamentali riguardano la scelta della piattaforma, l’ottimizzazione dell’esperienza di utilizzo (UX o User Experience), la creazione e la promozione di contenuti dedicati al sito web, una gestione logistica efficiente e un customer care impeccabile, governati da una comprensione puntuale dei dati offerti dagli strumenti analitici.

Redazione

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.