Una redazione di oltre 100 collaboratori, esperti delle tematiche che stanno a cuore alle imprese

E-commerce per le agenzie immobiliari

Regold è il primo e-commerce che è diventato il numero uno nei servizi per agenti immobiliari. Negli ultimi 3 anni ha conquistato un’importante quota di mercato con oltre 5.300 clienti, può contare su una forza lavoro di 18 collaboratori e negli ultimi anni ha avuto una crescita year in year del 40 per cento. Diego Caponigro (nella foto sopra) è Ceo and Founder di ReGold.it, Presidente dell’Osservatorio Immobiliare Digitale, Presidente di Real Estate Awards, i premi per le eccellenze del settore immobiliare, Fondatore e presentatore del progetto RETV.it, la web TV dell’ immobiliare italiano, Fondatore e coordinatore di Digital RE Forum, novità e anteprime dal Real Estate digitale. La sua mission è aiutare le imprese del settore ad abbracciare la rivoluzione digitale, essere un driver dell’innovazione dell’immobiliare.

Lei ha contributo a innovare il suo settore con il primo e-commerce di servizi avanzati per agenzie immobiliari. Quali difficoltà ha incontrato nel percorso di innovazione di tali servizi? Quali resistenze ha dovuto superare? (Notoriamente il settore è molto refrattario ai cambiamenti).

L’aspetto più difficile è stato superare le resistenze culturali dei clienti. Ho aperto Regold nel 2010 e allora gli agenti immobiliari non erano ancora abituati ad acquistare servizi online. La sfida era cambiare un’abitudine di acquisto. Ho raccolto quella sfida e ad oggi posso dire di averla vinta. Attualmente più di 5300 agenzie immobiliari si avvalgono dei nostri servizi e rispetto all’anno scorso abbiamo già fatto il 50% in più del fatturato.

Non a caso abbiamo cambiato il pay off di Regold che in passato era “Il primo e-commerce del settore immobiliare” e oggi è “Il numero 1 dei servizi per Agenti Immobiliari”.

Cosa le ha permesso di raggiungere un simile risultato?

Abbiamo sempre offerto un’assistenza specializzata, tempestiva e personalizzata per ogni cliente. La qualità del servizio è il nostro principale punto di forza e ci ha permesso di conquistare la fiducia del cliente, generando un passaparola virtuoso. Anche nell’era di internet il passaparola resta comunque lo strumento principe di lead generation. I social hanno solo amplificato la portata di questo strumento.

Parallelamente mi sono sempre impegnato per diffondere la cultura del digitale e creare occasioni di crescita per gli agenti immobiliari. Tra le iniziative che ho realizzato cito le due più significative: Real Estate Awards, l’evento dove ogni anno si assegnano i premi dedicati alle eccellenze dell’immobiliare italiano e ReTV.it, che è diventata la web TV di riferimento del Real Estate. Poi c’è il mio blog e infine il libro “Vendere casa nell’era digitale”, uscito a gennaio 2018. Tutto questo mi ha permesso al tempo stesso di fare cultura e di affermare il mio personal brand in modo coerente a quello di Regold, puntando sui valori dell’innovazione e del servizio.

Sul suo blog racconta dei suoi viaggi negli Stati Uniti dove ha anche realizzato delle interviste a operatori del settore immobiliare. È lì che ha tratto ispirazione per la sua azienda?

Gli Stati Uniti sono il Paese da cui ho tratto l’ispirazione per la creazione della mia impresa. In realtà non ho guardato al settore immobiliare, mi sono ispirato ad Amazon che nel 2010 non era ancora arrivato in Italia. Amazon è sempre stato per me un punto di riferimento importante da cui ho tratto e continuo a trarre ispirazione. Il servizio Prime, ad esempio, con tempi di risposta sempre più veloci mi fornisce sempre utili suggerimenti per migliorare ancor di più la qualità dei nostri servizi.

Sappiamo che in Regold Lei ha avviato un’innovazione dei processi molto importante. Ce ne parli.

Fin dall’inizio della nostra attività alcuni processi come quello di contabilità, di rendicontazione e fatturazione sono sempre stati gestiti in forma digitale. Oggi è normale pensare ad una contabilità digitalizzata, ma nel 2010 era un’innovazione. Oggi la vera innovazione è rappresentata dal controllo delle performance che in Regold avviene in modo istantaneo attraverso una serie di kpi digitalizzati. In questo modo possiamo conoscere il livello delle nostre performance in tempo reale e correggere il tiro tempestivamente per mantenere o elevare il livello previsto.

Quali sono le sfide dell’innovazione che, nella sua opinione, devono affrontare le imprese del suo settore e che possono fare la differenza?

L’innovazione è già di per sé una sfida perché comporta dei cambiamenti che costringono le aziende a elaborare strategie, ad adottare nuovi punti di vista e a riorganizzarsi. Una delle innovazioni più interessanti del momento è quella della tecnologia della blockchain che non ha un’applicazione solo in ambito finanziario come siamo abituati a pensare ma che tocca i settori più disparati, immobiliare compreso.

La blockchain comporterà dei cambiamenti epocali nel settore immobiliare non solo nel meccanismo della compravendita e molto probabilmente metterà in discussione anche alcune figure professionali. Quello che possono fare le aziende del settore per superare la sfida è seguire da vicino questa tecnologia, capire quali cambiamenti comporterà e come possono essere trasformati operativamente in lavoro. Siamo solo all’inizio.

Giorgio Nadali

Giorgio Nadali

Giornalista per diverse Testate nazionali. Docente di "Comunicazione e successo" presso l'Università UniTre di Milano. Formatore e performance coach certificato. Autore di 12 libri pubblicati.

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.