A febbraio ancora negativa la domanda di prestiti da parte delle famiglie (-7,9%). Negli ultimi 12 mesi nessun segnale di crescita

 A febbraio ancora negativa la domanda di prestiti da parte delle famiglie (-7,9%). Negli ultimi 12 mesi nessun segnale di crescita

​Lo sviluppo del credito alle famiglie appare ancora fortemente condizionato dall’incertezza del quadro macroeconomico e, anche a inizio 2014, si conferma il trend negativo che ha caratterizzato l’intero 2013.

Confrontando il numero delle richieste di prestiti (nell’aggregato di prestiti personali + finalizzati) rilevato nel mese di febbraio con quello del corrispondente mese del 2013 si registra, infatti, una flessione del -7,9% che va ad aggiungersi ai dati negativi rilevati nei precedenti 11 mesi.

Nel mese di febbraio 2014 i prestiti finalizzati hanno fatto segnare un calo del -11,0% rispetto al corrispondente mese del 2013 mentre per i prestiti personali il numero delle richieste è calato del -4,1%.

Dalle ultime rilevazioni presentate nel Barometro CRIF emerge anche che a febbraio 2014, nel complesso dei prestiti personali più finalizzati, l’importo medio delle richieste è stato pari a 8.168 euro, in crescita rispetto al valore registrato nello stesso mese del 2013 (7.839 euro).

Più in dettaglio, per i prestiti finalizzati l’importo medio è stato pari a 4.975 euro (+8,2% rispetto a febbraio 2013) mentre per i prestiti personali la media si è assestata a 11.727 euro, sostanzialmente in linea con il valore registrato a febbraio 2013, che era stato pari a 11.734 euro.

Redazione

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.