Fiducia al massimo per i viaggiatori italiani

 Fiducia al massimo per i viaggiatori italiani

L’indice di fiducia del viaggiatore italiano, elaborato da Confturismo-Confcommercio in collaborazione con l’Istituto Piepoli, raggiunge nella rilevazione di luglio il valore massimo dell’anno a quota 70 punti, uno in più sia rispetto allo stesso mese del 2016 quanto in confronto al mese precedente. Il risultato è ottimo soprattutto tra i giovani – gli intervistati di età compresa tra 18 e 34 anni – che fanno segnare un valore di addirittura 84 punti. Le vacanze di agosto e della parte finale dell’estate saranno in coppia e in famiglia, principalmente al mare, come normalmente avviene in questo periodo, ma comunque attive. Tra le motivazioni più citate infatti, oltre al riposo, gli intervistati dichiarano il desiderio di visitare musei, monumenti e mostre, oltre che fare shopping e approfittare della vacanza per sperimentare le attrazioni dell’enogastronomia locale.  La scoperta dei beni culturali è dunque uno dei traini del turismo dato che è stata la principale motivazione di viaggio anche nel mese di luglio per quattro intervistati su dieci. Sono avvantaggiate quindi le mete nazionali in grado di fornire un mix ampio e multiforme di attrazioni facilmente accessibili per i turisti in visita. E’ questa una delle formule che fanno emergere più di altre le destinazioni turistiche di Toscana, Puglia, Sicilia, Trentino Alto Adige e Veneto. Otto turisti su dieci sceglieranno l’Italia come meta nel prossimo trimestre, con la Toscana in cima alle preferenze. Le temperature elevate e la tradizionale capacità di offrire una vacanza di qualità da parte degli operatori della montagna danno buoni risultati. Le destinazioni montane, in particolare quelle del Trentino Alto Adige, risultano essere sempre più attrattive per il periodo estivo. A livello europeo, la Spagna è la meta preferita nel prossimo trimestre, davanti al Regno Unito ed alla Francia. Il trimestre estivo permette un allungamento della durata dei viaggi previsti che raggiunge le 6,8 notti per vacanza. Il valore è in linea con quello registrato nel 2016 ed è pari al 77 per cento la quota dei turisti che passerà più di tre notti nella destinazione prescelta.

Redazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.