Finanziamenti agevolati per l’internazionalizzazione

 Finanziamenti agevolati per l’internazionalizzazione

Le PMI del Made in Italy che intendono internazionalizzare in maniera strutturata in paesi extra UE attraverso investimenti di tipo commerciale (apertura di un punto vendita, flagship store, showroom, corner, ufficio regionale, centro di assistenza) o di tipo produttivo (delocalizzazioni manifatturiere) possono beneficiare da oggi ed entro la fine del 2020 di un finanziamento a copertura della preparazione di Studi di Fattibilità e Analisi di Market Intelligence collegati a tali investimenti.

Lo Studio di Fattibilità è lo strumento della strategia aziendale che consente all’imprenditore e al Board di Direzione di valutare la validità di un nuovo investimento che, per dimensione economica e complessità, richiede l’analisi di dati qualitativi e quantitativi per illustrarne efficacia, realizzazione e creazione del valore.

Declinato per Market Intelligence, Valutazioni Tecniche ed Operative, Quadro Normativo, Proiezioni Finanziarie e Business Plan è lo strumento essenziale per prendere la decisione di procedere.

Nei mercati internazionali sempre più competitivi dove lo scenario cambia rapidamente, noi di MTW GROUP chiamiamo PRE-START™ lo Studio di Fattibilità proprio perché – propedeutico all’investimento nel mercato target – offre una visione pragmatica, analitica e strategica per prendere la decisione aziendale di avviare il nuovo investimento per una crescita e sviluppo organici e sistematici nel mercato target in Asia o negli U.S.A. dove investire, crescere ed espandersi.

Ecco uno recap delle caratteristiche essenziali di questo finanziamento che viene concesso da SIMEST:

  • Importo massimo finanziabile di €200.000 per studi collegati a investimenti commerciali e di €350.000 per studi collegati a investimenti produttivi, con 40% massimo del finanziamento a fondo perduto entro il limite di €100.000

(NB: il finanziamento non può essere superiore al 15% del fatturato medio della PMI negli ultimi 2 esercizi)

  • Finanziamento a tasso agevolato e senza necessità di presentare garanzie entro il 31 Dicembre 2020 (il finanziamento non compare in centrale rischi)
  • Possono farne richiesta: 1) le PMI italiane con sede legale in Italia che producono ed esportano beni e servizi e con fatturato annuo non superiore a €50 milioni/bilancio annuo non superiore a €43 milioni/con meno di 250 dipendenti; 2) le micro imprese italiane con sede legale in Italia che producono ed esportano beni e servizi e con fatturato annuo/bilancio annuo non superiore a €2 milioni/con meno di 10 dipendenti
  • Sono ammessi tutti i settori di attività ad eccezione della produzione di carne non di volatile e dei prodotti della macellazione

Scopri di più su come sviluppare lo Studio di Fattibilità con MTW GROUP, e avviare la richiesta di finanziamento con SIMEST, partecipando al corso di W.TRAINING “L’Internazionalizzazione post Covid-19” di giovedì 17 Settembre 2020

https://www.wtraining.it/corsi/linternazionalizzazione-post-covid-19

Redazione

1 Comment

  • I finanziamenti agevolati per l’internazionalizzazione delle PMI sono sempre stati uno strumento efficace per il consolidamento e l’espansione all’Estero del Made in Italy. Le imprese che hanno avuto progettualita’ ed hanno saputo programmare gli investimenti hanno avuto, a consuntivo, dei concreti vantaggi per rafforzarsi e crescere. Espandersi sui mercati esteri e’ in moltissimi casi, considerando anche la tipologia e dimensione, un fattore strategico per rimanere competitivi. La concorrenza oggi, come e’ ormai orientamento consolidato, si svolge su scala globale e chi non sa strutturarsi ed internazionalizzarsi e’ destinato a ridimensionarsi o anche a scomparire. Il problema e’ che ancora molte imprese italiane non sono entrate in questo percorso per diversi motivi quali la mancanza di cultura aziendale, sottocapitalizzazione, deficitaria organizzazione commerciale, lacune organizzative e mancanza di management, scarsita’ di investimenti in macchinari e tecnologie produttive ed altro. Occorre andare oltre queste limitazioni e vincoli ed un Governo che intervenga su altri freni dell’economia quali quelli di avere Amministrazione Pubblica efficiente e produttiva, una Giustizia che lavori in tempi certi, un sistema bancario e finanziario a sostegno delle imprese e del lavoro. I prossimi anni ci diranno se questi problemi saranno superati e come affinche’ l’Italia sfrutti al massimo le proprie potenzialita’ produttive ed umane.

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.