Una redazione di oltre 50 collaboratori, esperti delle tematiche che stanno a cuore alle imprese

Getting Things Done: un metodo di David Allen

getting-things-done

[dropcap]G[/dropcap]etting Things Done è un metodo di pianificazione e gestione del tempo che viene affrontato in un corso di grandissimo successo in 51 paesi del mondo, ma manca ancora in Italia.

David Allen ha preso spunto da una situazione personale verificatasi durante una gita in barca al largo delle coste californiane. Improvvisamente il vento ha cominciato a soffiare impetuosamente e il rischio di schiantarsi sugli scogli è divenuto elevatissimo. L’esiguo equipaggio, fra cui David e la sua futura moglie, erano impegnati a compiere tutte le azioni più opportune per evitare il naufragio ed erano anche preparati ad abbandonare la barca. In questo momento di grande pericolo, tutti si sono resi conto del meraviglioso spettacolo offerto dalla luna che stava sorgendo e si sono riconosciuti in uno stato di calma totale, figlia della consapevolezza che erano concentrati nel realizzare tutto ciò che era necessario a superare la crisi. David ha scoperto in questo modo che concentrarsi su ciò che conta veramente consente di ridurre fortemente l’ansia e di assaporare adeguatamente le situazioni lavorative e della vita. Ma come fare se non c’è una situazione, peraltro non auspicabile, di crisi?

Il percorso Getting Things Done affronta diversi passaggi, che possono essere sintetizzati nei seguenti consigli:

  1. deve esserci coinvolgimento totale sulle cose che contano veramente, a scapito di quelle che contano meno e che rischiano di sottrarci energie;
  2. il primo passo consiste, quindi, nel selezionare adeguatamente le cose prioritarie rispetto a quelle che non lo sono;
  3. non c’è un problema di tempo: le idee più rivoluzionarie sono state concepite in zero secondi. Quello che conta è tenere spazio nella mente per elaborare pensieri creativi;
  4. relazionarsi alle cose come fa l’acqua: resilienza!
  5. tenere ciò che serve e rinunciare a ciò che non serve;
  6. mappare le priorità in relazione ai contesti: lavoro, famiglia, ecc.;
  7. definire degli obiettivi e lavorare su quelli; ciò che non è in relazione con gli obiettivi non va considerato.

Cesare Bentivogli
Senior partner presso Plan soc. coop. Bologna

plan_logo_02

avatar

Cesare Bentivogli

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.