Google: hardware in arrivo?

 Google: hardware in arrivo?

Google vive di pubblicitàPer questo da anni l’azienda cerca di costruire nuovi business che portino una diversificazione. Solida. Una diversificazione, cioè, che sia sufficiente a far comparire qualcosa di concreto accanto al fiume di revenue inesauribile (fino a quando?) alimentato dagli investimenti negli annunci sul motore di ricerca.

Certo, nel recente passato ci sono stati esempi promettenti di ingressi in mercati importanti. Moonshots, come ama definirli il CEO, Larry Page. Progetti cioè così ambiziosi da poter rappresentare, in futuro, dei milestones sia nel business di Google che – perché no – nell’evoluzione socio-culturale del mondo del tech (e non solo).

In fatto di hardware, poi, non si può proprio dire che Google sia a zero. Ci sono stati progetti importanti con (o senza) partnership importanti. Il Chromebook, per esempio: un laptop fatto per navigare. Chromecast, la chiavetta che trasforma la TV in un PC.

Ma è ovvio che il business è altrove. Ed è sia dentro che attorno ad Android, il sistema operativo ‘aperto’ ma proprietario di Google. Perché questo è il presente del nostro modo di vivere la rete. E perché, ad oggi, avendo Google rivenduto Motorola, è qui che ci si aspettano delle novità brandizzate.

Le indiscrezioni sull’evento del 4 di ottobre sembrerebbero andare proprio in questa direzione. Sembra infatti che proprio in quell’occasione verrà presentato un flagship phone.

Dico flagship perché, in realtà, Google presenta (quasi) sempre nel suo evento autunnale un nuovo smartphone. Che di solito è un Nexus, cioè un sistema Android il più puro possibile, fatto apposta per gli smanettoni.

Ma è questo il punto: di solito si tratta di un prodotto per pochi, essendo fatto per i techy. E, di solito, è anche il regalo di Natale ai dipendenti. Questa volta, invece, la tagline dell’evento – Made by Google – sembra suggerire molto di più.

Sembra in particolare che arrivi un prodotto che non sarà nemmeno a brand Nexus, ma Pixel. E sembra che anche il 100% del hardware sia disegnato apposta per questo prodotto. Dico disegnato apposta e non costruito perché, sempre secondo le indiscrezioni, a ‘fornire’ le basi e le specifiche hardware sarà HTC.

La campagna sembra promettere bene, comunque.

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.