Hays: Milano anche nel 2019 registra gli stipendi più alti d’Italia

 Hays: Milano anche nel 2019 registra gli stipendi più alti d’Italia

Per il 2019 Milano si riconferma come la città con gli stipendi più alti e con le maggiori opportunità occupazionali d’Italia staccando, anche se di poco, la capitale Roma. È quanto emerge dall’edizione 2019 della Salary Guide, l’indagine annuale sull’andamento del mercato del lavoro italiano condotta da Hays – uno dei leader mondiali nel recruitment specializzato – coinvolgendo un campione di oltre 150 aziende e più di 600 professionisti.

La ricerca ha preso in esame le figure professionali di otto diversi settori – Banking, Engineering, Finance, Information Technology, Insurance, Life Sciences, Sales & Marketing e Oil & Gas – focalizzandosi su ruolo, esperienza accumulata e città in cui viene svolta l’attività lavorativa (Milano, Roma, Bologna e Torino).

Secondo l’indagine, sono i professionisti del comparto Life Sciences i più remunerati con buste paga che variano da 110.000 a 150.000 euro l’anno per i ruoli direttivi. Stipendi tra gli 80.000 e i 90.000 euro annui per professionisti quali il Medical Manager e il Medical Advisor con circa 10 anni di esperienza. Nel settore Finance, invece, sono i CFO ad avere la meglio con retribuzioni di 120.000 euro in ambito GDO e 100.000 euro in ambito Engineering che si fermano rispettivamente a 110.000 e 90.000 a Roma, per scendere ulteriormente a Bologna e Torino. Non sono da meno i professionisti della Consulenza Fiscale che, all’ombra della Madonnina, arrivano a guadagnare fino a 130.000 euro (oltre dieci anni di esperienza), staccando le altre città italiane che si fermano a 90/100.000 euro. Il settore bancario, infine, si dimostra profittevole in tutte le città analizzate con retribuzioni fino a 100.000 euro per i professionisti più senior.

“È indubbio che, attualmente, Milano sia la città più dinamica e attiva dal punto vista professionale nel nostro Paese – ha commentato Alessandro Bossi, Director Hays -. A livello occupazionale, il capoluogo lombardo ricopre un ruolo di riferimento nella maggior parte dei settori analizzati, offrendo ottime opportunità di carriera non solo ai professionisti più esperti, ma anche nei ruoli più junior. Tuttavia, anche Roma, Torino e Bologna stanno manifestando, negli ultimi anni, rinnovata vivacità sia dal punto di vista dell’offerta sia a livello salariale”.

Per quanto riguarda i professionisti che muovono i primi passi nel mondo del lavoro, le retribuzioni risultano leggermente più elevate a Milano in quasi tutti i settori con una media di circa 4/5.000 euro in più rispetto alle altre città prese in esame. Un Marketing & Communication Coordinator (2 – 5 anni di esperienza), ad esempio, guadagna 40.000 euro a Milano contro i 36.000 euro dei colleghi romani che scendono a 35.000 a Bologna e 33.000 a Torino. Lo stesso vale per un Project Engineer (fino a 5 anni di esperienza, ambito Packaging) che a Milano può contare su una busta paga di 37.000 euro, mentre si ferma a 32.000 quella di un omologo bolognese. Infine, un Consulente Fiscale Junior a Milano guadagna circa 32.000 euro, cifra che scende 28/30.000 euro a Roma, Bologna e Torino.

Per maggiori informazioni www.hays.it/salary-guide

Redazione

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.