I fondi dell’UE per sostenere i lavoratori licenziati a trovare un nuovo lavoro

 I fondi dell’UE per sostenere i lavoratori licenziati a trovare un nuovo lavoro
Globalisation adjustment fund Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione

[dropcap]T[/dropcap]ra il 2007 e il 2013 più di 400 milioni di euro sono stati stanziati per decine di migliaia di lavoratori licenziati a causa della globalizzazione e della crisi economica. L’obiettivo? La riqualifica per trovare un nuovo lavoro o il lancio di una nuova società. Questo aiuto è stato messo a disposizione dal Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione (Feg). L’11 settembre, la commissione per il Bilancio del PE ha approvato un altro pacchetto di aiuti per i lavoratori in quattro paesi.

In sette anni, a partire dal 2007, 20 Stati membri dell’UE hanno presentato più di 100 richieste:

  • cofinanziamenti per i programmi di sostegno per più di centomila lavoratori che hanno perso il posto di lavoro;
  • a causa della globalizzazione (quando una grande azienda chiude o la produzione viene spostata al di fuori dell’UE – il 56%) o come conseguenza della crisi economica e finanziaria mondiale (44%).

Molte richieste provengono dai licenziamenti nel settore automobilistico (22,5%), macchinari e attrezzature (13,5%), tessile, abbigliamento e fabbricazione di scarpe (12%), computer, telefoni cellulari (11,6%) e delle costruzioni (9,6%).

Mercoledì l’approvazione della commissione per il Bilancio degli aiuti ai lavoratori licenziati in Spagna, Paesi Bassi, Romania e Grecia sarà votata in plenaria.

Le bolle nel grafico rappresentano l’importo del sostegno del Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione richiesto da un paese. La loro posizione mostra come molti lavoratori licenziati abbiano già ricevuto o riceveranno gli aiuti (asse verticale) e il numero di domande di ogni paese (asse orizzontale). Inoltre, la tonalità del colore rappresenta il tasso di disoccupazione: più è scuro e maggiore è il tasso di disoccupazione.

Redazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.