IHS MARKIT PMI: a novembre nuova flessione dell’attività edile

 IHS MARKIT PMI: a novembre nuova flessione dell’attività edile

A causa della prima contrazione da maggio dei nuovi ordini, a novembre e per il terzo mese durante gli ultimi cinque diminuisce l’attività edile italiana. Nonostante il crollo dell’attività e dei nuovi ordini, le aziende hanno aumentato il loro personale al tasso più veloce in cinque mesi, mentre sul fronte dei prezzi, conseguentemente ai prezzi maggiori delle materie prime, accelera al livello più alto in sei mesi l’inflazione dei costi di acquisto.

L’indice principale dell’indagine è il PMI IHS Markit sul settore edilizio in Italia, un indice di diffusione destagionalizzato che monitora i cambiamenti del volume totale dell’attività edile rispetto al mese precedente, si è attestato a novembre a 48.2, in discesa da 50.1 di ottobre. L’indice ha segnalato la terza contrazione dell’attività edile in Italia durante gli ultimi cinque mesi ma ad un tasso modesto.

Per la prima volta da agosto, tutti e tre i sotto settori monitorati hanno registrato una contrazione dell’attività. Il tasso di contrazione più veloce dell’attività è stato riportato dalle aziende edili dell’ingegneria civile, seguito dalle imprese appartenenti al sotto settore dell’edilizia non residenziale. Allo stesso modo, le imprese edili dell’edilizia residenziale hanno osservato la contrazione più veloce dell’attività in tre mesi.

La contrazione generale dell’attività è stata collegata alla prima contrazione dei nuovi ordini da maggio. Nonostante sia stato marginale, il tasso di contrazione è stato il maggiore da luglio 2017 e le aziende campione lo hanno attribuito alle più deboli condizione della domanda di novembre.

Nonostante il declino dell’attività e dei nuovi ordini, le imprese edili italiane a novembre hanno aumentato ancora una volta il loro livello del personale. Il tasso di creazione occupazionale, sebbene modesto, è accelerato al livello più veloce da giugno. Il livello del personale delle imprese edili italiane ha ormai riportato aumenti mensili da febbraio.

Per la terza volta durante gli ultimi cinque mesi, diminuisce a novembre l’attività di acquisto delle imprese edili italiane. Detto ciò, il tasso di contrazione è stato in generale marginale e le imprese edili che partecipano all’indagine lo hanno collegato ai minori ordini ricevuti.

Conseguentemente al prezzo più alto di materie prime, specialmente petrolio e plastica, i prezzi di acquisto sono aumentati notevolmente a novembre con un tasso di inflazione accelerato al tasso più alto in sei mesi.

Allo stesso tempo, si allungano ancora una volta a novembre i tempi medi di consegna dei fornitori al tasso maggiore in quattro mesi.

Guardando avanti, a novembre migliora leggermente rispetto al recente valore minimo di ottobre l’ottimismo delle aziende edili, con circa il 23% delle aziende che partecipano all’indagine che hanno previsto un aumento della loro attività durante i prossimi 12 mesi. Le imprese in questione hanno collegato tale ottimismo ai maggiori ordini da parte dei clienti così come ai piani di investimento.

COMMENTO

Amritpal Virdee Economics presso IHS Markit ha affermato: “Secondo gli ultimi dati PMI, il settore edile italiano è ritornato a contrarsi. Con l’attività in declino per la terza volta durante gli ultimi cinque mesi, assieme ad un rinnovato crollo dei nuovi ordini, i dati hanno mostrato come il settore stia chiudendo l’anno con una prestazione deludente. Osservando nel dettaglio il PMI principale, la domanda si è attenuata con tutti i sotto settori monitorai che hanno registrato una contrazione dell’attività durante novembre. Inoltre, l’attività edile non residenziale si è contratta al tasso più veloce da marzo 2018. Con l’edilizia in fase di contrazione e il forte declino dei nuovi ordini manifatturieri, il settore dei servizi, che risulta essere quello più esposto alla fragile economia nazionale, pare sia l’unica nota positiva dell’economia del settore privato italiano”.

Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.