IHS Markit PMI: marginale crescita dell’attività terziaria italiana di agosto

 IHS Markit PMI: marginale crescita dell’attività terziaria italiana di agosto

Le aziende del terziario in Italia hanno registrato un marginale incremento dell’attività nel mese di agosto, con i nuovi ordini esteri ancora in diminuzione. Inoltre, i nuovi ordini totali sono aumentati lievemente ad un tasso più lento di luglio. In merito ai prezzi, le tariffe applicate calano di nuovo, per l’ottavo mese su nove, e le aziende intervistate lo hanno collegato alle pressioni della concorrenza.

Nel frattempo, tra le preoccupazioni di un rallentamento dell’economia, l’ottimismo per l’attività nei prossimi 12 mesi è crollata ai minimi in un anno.

Ad agosto, l’indice destagionalizzato delle Attività Economiche, calcolato in base ad una singola domanda che chiede alle aziende monitorate di paragonare l’andamento dell’attività del mese in corso rispetto a quello precedente, ha indicato 50.6. Tale valore risulta in calo rispetto a 51.7 di luglio segnalando una crescita marginale dell’attività del settore terziario italiano.

L’indebolimento dei ritmi di crescita dell’attività è collegato al più lento aumento della domanda. È il terzo mese consecutivo che l’afflusso di nuovi ordini totali segna un incremento anche se il tasso è leggermente rallentato rispetto al valore più alto in quattro mesi registrato a luglio.

Allo stesso tempo, gli ordini da oltre confine diminuiscono per il secondo mese consecutivo e le aziende intervistate parlano di indebolimento delle esportazioni del settore automobilistico.

Sul fronte occupazionale, nel mese di agosto le aziende terziarie in Italia hanno continuato ad assumere personale segnando un tasso di creazione di posti di lavoro forte e invariato rispetto a luglio. I commenti raccolti durante l’indagine hanno attribuito la crescita occupazionale alle maggiori necessità aziendali.

Nel corso del mese di agosto e per il sesto mese in otto trascorsi, l’accumulo di ordini inevasi è diminuito. Il tasso di contrazione è stato peraltro forte, il più rapido da marzo 2016.

Visti gli sforzi da parte delle aziende per incentivare le vendite e stare al passo con gli sconti offerti dalla concorrenza, i prezzi di vendita di agosto sono diminuiti. Il tasso di contrazione è stato tuttavia marginale ed in controtendenza rispetto al lieve aumento avutosi a luglio. L’inflazione dei prezzi di acquisto ha invece indicato un’accelerazione, la più rapida degli ultimi cinque mesi. Le aziende che hanno riportato un incremento degli oneri, lo hanno collegato all’aumento dei costi alimentari ed energetici.

L’ottimismo registrato dalle aziende del settore terziario italiano ad agosto è sceso ai valori minimi in un anno. Nel complesso, tuttavia, la fiducia è risultata positiva. L’esatto 27% del campione monitorato si è mostrato certo di un aumento dell’attività per l’anno a venire. Tale positività è legata alle prospettive di incremento delle vendite ed ai maggiori sforzi commerciali.

IHS MARKIT – PMI® COMPOSITO IN ITALIA

Aumenta la produzione per il terzo mese consecutivo

L’Indice della Produzione Composita* di agosto si è posizionato su 50.3, in calo da 51.0 di luglio. Ciò indica il terzo mese consecutivo di espansione della produzione del settore privato in Italia. Il tasso di crescita è stato tuttavia marginale e più lento rispetto alla media di lungo termine.

Causa della lieve espansione dell’economia italiana è stato l’indebolimento della crescita dell’attività terziaria, in rallentamento rispetto a luglio. Il minore aumento dei servizi ha compensato la più lenta contrazione della produzione manifatturiera, in calo per il tredicesimo mese consecutivo.

Per la terza volta negli ultimi quattro mesi, il flusso totale delle nuove commesse è diminuito. Da un punto di vista settoriale, il calo più rapido di ordini ricevuti dal manifatturiero è stato compensato dal leggero aumento delle vendite registrate dal terziario. Anche se marginale, il tasso di contrazione degli ordini ricevuti dal settore privato è stato il più rapido da maggio. Nel frattempo, il livello delle vendite estere è diminuito per il quarto mese consecutivo, anche se il tasso di calo è stato il meno forte degli ultimi tre mesi.

Il minore flusso di ordini ha facilitato la riduzione degli ordini inevasi, notevolmente diminuiti, registrando il più rapido ritmo di contrazione da dicembre 2014. È da luglio 2018 che l’economia italiana registra ininterrottamente un calo delle commesse inevase.

Il settore privato italiano ha indicato un modesto aumento dell’occupazione, più rapido di luglio. Nel manifatturiero si è registrata la minore riduzione di posti di lavoro in tre mesi, mentre il terziario ha assunto personale aggiuntivo, eguagliando i valori di luglio.

L’inflazione dei prezzi di acquisto si è posizionata sul valore più alto in quattro mesi, e le aziende manifatturiere hanno rilevato il primo incremento dei costi da maggio. Al contrario, i prezzi di vendita sono diminuiti per il secondo mese consecutivo e poco più rapido di luglio.

Nel mese di agosto, l’ottimismo sulle aspettative per il prossimo anno è crollato, segnando il valore minimo in un anno. I settori manifatturiero e terziario hanno indicato il livello di fiducia più basso in quattro e 12 mesi rispettivamente.

COMMENTO

Amritpal Virdee, Economist presso la IHS Markit, e autore del report relativo all’indagine PMI® Settore Terziario in Italia, ha dichiarato: “Leggendo i dati raccolti nell’indagine di agosto, l’attività del settore dei servizi in Italia è di nuovo aumentata. Il tasso di espansione è stato tuttavia marginale e segnala un’economia praticamente in stato d’arresto. Come nel resto dell’eurozona, l’indebolimento della domanda estera ha trascinato in basso la domanda generale, e questa a sua volta sta mettendo sotto pressione le aziende che si vedono costrette ad aumentare gli sconti. L’unica nota positiva segnalata dall’indagine è il notevole aumento degli impieghi, ma, con la fiducia crollata ai minimi in un anno, le prospettive di un netto capovolgimento della situazione attuale restano deboli”.

Redazione

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.