Il Fisco deve considerare le spese del contribuente

 Il Fisco deve considerare le spese del contribuente

fisco-3

[dropcap]Q[/dropcap]uando il Fisco accerta il reddito del contribuente è tenuto a considerare non solo i ricavi prodotti ma anche i costi sostenuti.

A tali conclusioni sono giunti i giudici della Commissione Tributaria Provinciale di Caltanissetta che, con sentenza n.602/01/14, depositata in data 1 luglio 2014 (sentenza liberamente visibile su www.studiolegalesances.it – Sez. Documenti), dichiarano: «Qualora il contribuente ometta del tutto la presentazione della dichiarazione e l’amministrazione finanziaria proceda d’ufficio all’accertamento del reddito d’impresa con metodo induttivo, essa, dovendo procedere alla ricostruzione della situazione reddituale complessiva del contribuente, deve tenere conto anche delle componenti negative del reddito che siano comunque emerse dagli accertamenti compiuti ovvero siano state indicate e dimostrate dal contribuente, poiché, diversamente, si assoggetterebbe ad imposta, come reddito d’impresa, il profitto lordo anziché quello netto…».

Tale decisione risulta in linea con la posizione ormai consolidata della Suprema Corte, secondo la quale non è corretto l’operato dell’Agenzia delle Entrate quando senza motivo non considera la documentazione delle spese (sent. Cass. n. 28028/2008 e n. 5192/2011).

Ovviamente il caso in questione riguarda specificatamente gli accertamenti fiscali derivanti dalla mancata presentazione da parte del contribuente della dichiarazione dei redditi e, dunque, anche in tali situazioni il Fisco è chiamato ad agire nel rispetto dei principi di buona fede e correttezza.

Avv. Matteo Sances
www.centrostudisances.it
www.studiolegalesances.it

Matteo Sances

STUDIO LEGALE TRIBUTARIO SANCES collabora con "Il giornale delle pmi" commentando sentenze in materia tributaria e bancaria.

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.