Il Governo destina 250 milioni per l'innovazione delle pmi

 Il Governo destina 250 milioni per l'innovazione delle pmi

Il Ministro per la Coesione territoriale Carlo Trigilia ha presentato ieri al Consiglio dei Ministri il documento “Ricerca e Innovazione nelle imprese” che prevede misure di sostegno immediato alle attività innovative e di ricerca delle imprese. L’obiettivo è rafforzare la ripresa economica con azioni qualificate per la crescita, come l’aumento dell’occupazione qualificata e la promozione dell’innovazione e dell’internazionalizzazione delle imprese, utilizzando le opportunità offerte dal nuovo ciclo di programmazione dei fondi europei. L’insieme delle misure per il 2014 è stimato in circa 250 milioni, cifra che viene coperta, grazie alla Legge di stabilità 2014, tramite il fondo di rotazione che può anticipare fino a 500 milioni sui fondi europei 2014 – 2020.

Le azioni con copertura anticipata in particolare riguardano i Programmi operativi a titolarità del Ministero dello sviluppo economico (“Programma imprese e competitività”) e del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (Programma ricerca e innovazione), la cui dotazione finanziaria è pari, rispettivamente, a circa 3,2 miliardi di euro e circa 1,6 miliardi di euro. Per le Regioni del Centro-Nord si fa ricorso a fondi nazionali per alcune misure che hanno una copertura non limitata al solo Mezzogiorno.

Nelle prossime settimane i Ministeri competenti, il Ministero dell’Istruzione, l’Università e la Ricerca e il Ministero dello Sviluppo Economico emaneranno i bandi per l’assegnazione delle risorse.

Redazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.