Una redazione di oltre 100 collaboratori, esperti delle tematiche che stanno a cuore alle imprese

Il mercato biologico: il mondo cambia volto

La “riscoperta del bio” e l’amore per la natura da qualche decennio stanno prendendo vigore in tutto il mondo.

Dalla cosmetica all’agricoltura, fino all’automotive, la cosiddetta green economy si sta diffondendo a macchia d’olio, con risultati più che positivi in termini di minor inquinamento, maggior rispetto per la natura, meno malattie.

In Italia, il primo prodotto italiano autenticamente “biologico” fu certificato circa 15 anni fa e da quel momento nella penisola italiana l’amore per il bio è cresciuto a vista d’occhio.

Un esempio lampante è l’ aloe vera, entrata a far parte dell’ olimpo delle “piante d’oro” assieme alla lavanda, muovendo un business da oltre 13 miliardi di dollari l’anno in tutto il mondo.

L’assenza di norme che regolassero la categoria biologica è stata colmata dalla cosmetic organic standard, che ritiene un prodotto realmente bio solo se il 95% degli ingredienti provengono da agricoltura biologica.

Tale nota è nata da un accordo tra i principali enti che certificano i prodotti.

Sono presenti diverse certificazioni che spaziano in tutta Europa, le certificazioni Icea e Aiab in Italia, Ecocert e Nature et progres in Francia, Soil Association in Inghilterra, Bdih in Germania e Usda negli Stati Uniti.

Sono presenti anche altre certificazioni che regolano diversi aspetti come VeganOK, Nickel tested , Nessun test sugli animali.

I vantaggi di un cosmetico biologico

In campo cosmetico , ciò che il nostro corpo assorbe e assimila è fondamentale per equilibrare la bilancia del nostro benessere.

Il nostro corpo assorbe circa il 60% di ciò che spalmiamo sulla pelle, quindi occhio a cosa si sta per acquistare.

Quali sono i possibili vantaggi di un prodotto biologico?

Abbiamo cinque distinti vantaggi che chiariscono cosa significa “prodotto biologico”

  1. Prodotti con ingredienti naturali al 95%, poco trattati, senza fertilizzanti o agenti chimici;
  2. La qualità dei prodotti bio è certificata da ICEA e AIAB in Italia, che valutano non solo la qualità ma anche i benefici che vantano.
  3. Sicurezza e benessere per il nostro corpo, con prodotti che ci rispettano. I veri prodotti biologici non sono tossici ma aiutano ad eliminare le tossine dal nostro corpo.
  4. Tante vitamine e minerali in più, oltre il 50% derivanti da prodotti della nostra terra sono contenute nei prodotti biologici. A differenza dei prodotti costituiti da sostanze chimiche e sintetiche.
  5. Nessuna presenza di parabeni, coloranti artificiali, conservanti chimici che cedono il posto a ingredienti naturali, come i semi di rosmarino e pompelmo, estratto di corteccia di salice bianco, ottimi conservanti naturali. Niente allergie derivanti da prodotti chimici. Esistono allergie derivanti da prodotti del tutto naturali, ma sono ormai contrassegnati, circoscritti e limitati.

Ma come distinguere un VERO prodotto biologico?

I veri prodotti eco-bio, oltre ad essere composti al 95% da ingredienti naturali, devono avere le certificazioni come icea e vegan ok.

Tali certificazioni verificano anche se i benefici che i prodotti vantano sono reali o meno.

Non devono presentare elementi come parabeni, paraffina, oli minerali, ogm, sls e sles e dea.

Nessuna presenza di coloranti artificiali, potenzialmente dannosi per la nostra salute.

Devono essere testati dermatologicamente e nickel tested senza aver fatto test sugli animali.

Le conseguenze nella scelta di prodotti con un cattivo inci?

Potenzialmente ci possono essere problemi ormonali, agli organi interni, cancro.

Ecco perché bisogna fare attenzione alle marche che si spacciano per cosmetici biologici o cosmetici che fanno bene alla salute.

La differenza tra un prodotto biologico e naturale

Quando si pensa ad un prodotto naturale lo si affianca magicamente alla parola “biologico”.

Ma è propriamente giusto?

NO!

Un prodotto naturale ha certamente un buon inci, contenendo ingredienti non chimici ma di origine vegetale. Ma ciò non esclude l’utilizzo di prodotti di sintesi e organismi geneticamente modificati (OGM).

Un prodotto biologico ha un ottimo inci perché contiene ingredienti di origine vegetale derivante da coltivazione biologica ossia escludendo totalmente ogm, prodotti di sintesi e ovviamente prodotti chimici.

Quanto prodotto biologico c’è dentro?

Sarebbe bello leggere nei prodotti non solo l’inci, ma le particolarità di ogni singolo ingrediente. Per curiosità, per cultura o semplicemente perché si vuole sapere se quel determinato ingrediente fa bene o male al proprio corpo.

Quali sono i conservanti? Da cosa sono stati sostituiti gli ingredienti ritenuti potenzialmente dannosi?

Le domande più comuni che impensieriscono gli amanti del benessere trovano risposta in davvero poche marche e e-shop che si trovano sul web.

Ma per fortuna, e direi finalmente, esistono!

Un altra domanda che si pongono in molti sono i reali benefici che presentano i prodotti pubblicizzati.

Tale quesito trova risposta nelle certificazioni, attentissime a verificare effettivamente ciò che un prodotto vanta.

Il prodotto più semplice da controllare, ad esempio, è sicuramente lo shampoo anti-forfora.

Curiosità

Ognuno di noi, nel suo piccolo, può ritenersi una vera star.

La bellezza di ogni persona, parte dalla propria salute.

Ecco perché numerose star di Hollywood, hanno iniziato a incoraggiare le persone verso questo nuovo mondo della cosmesi, creando anche linee di prodotti cosmetici bio.

Lo stesso incoraggiamento che continua a fare Michelle Obama, moglie del presidente degli Stati Uniti Barack Obama, sul mangiar sano e viver sano, per la lotta contro l’obesità causata da una cattiva alimentazione e verso il raggiungimento di un totale benessere psico-fisico.

Viva i prodotti biologici, la vera bellezza inizia da qui!

La mia esperienza bio

Personalmente, ho scoperto i prodotti bio dopo aver passato anni a testare sulla mia pelle marche di bagnoschiuma, shampoo, detergenti più o meno note.
Deluso continuamente da prodotti aggressivi, con ingredienti chimici, che non solo non curavano il mio corpo ma letteralmente lo “aggredivano”.
Problemi di secchezza della pelle, forfora, capelli spenti e sfibrati, insomma un vero e proprio disastro.
Finché un giorno, navigando su internet, ho scoperto l’ America!
Eureka!
Ho scoperto prodotti eco-bio fatti in Italia, rispettosi del mio corpo, della natura e per giunta non aggressivi.
Il mio fedele biodizionario mi ha aiutato a rintracciare prodotti veri da quelli fasulli.
Da quando ho scoperto questo mondo, non ne posso più fare a meno.
Ho aperto un mio e-shop e sono passato da essere un fedele consumatore di prodotti bio a fornitore e consumatore.

Alla conquista del mondo bio

Ma non è solo il mondo bio nel campo cosmetico ad avermi conquistato.
Presto molta attenzione a ciò che mangio e cerco di curare la mia salute non con le medicine convenzionali che presentano controindicazioni, ma con i benefici della natura.
Gli oli essenziali hanno dimostrato di avere proprietà antisettiche contro i batteri resistenti ai farmaci, e possono lavorare in sinergia con gli antibiotici esistenti per il trattamento di infezioni resistenti ai farmaci.
Ad esempio, il mal di testa lo curo con l’olio essenziale di lavanda, il comune aceto, il mal di gola con miele e limone, l’insonnia con una tisana di malva e camomilla.
Un vero e proprio cambiamento di stile di vita!
«La natura non è un posto da visitare. È casa nostra»
(Gary Snyder)

avatar

Angelo e Marcello Paglialonga

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.