Il packaging innovativo di Biopap

 Il packaging innovativo di Biopap

L’aggregazione di tre pmi lombarde ne ha stimolato la competitività e la capacità di innovare l’offerta di una linea di contenitori per alimenti.

Le reti di impresa sono considerate il miglior modello per condividere idee e know how da parte delle piccole imprese. Che fare rete, aggregarsi sia la strada che permette alle pmi di competere e innovare è confermato anche dalla storia della Rete Biopap.

Il network, costituitosi nel 2011 (usufruendo dei finanziamenti del Bando Ergon della Regione Lombardia), è formato dalle aziende Cartonspecialist (società produttrice e distributrice di contenitori per alimenti che ha sede a Settimo Milanese), Bitage Software Solutions (azienda d’informatica con sede ad Assago), Sapii (società di Settimo Milanese che produce e commercializza carta, specializzata in quattro settori di attività: alimentare & igiene, sicurezza & identificazione, arti grafiche & packaging, applicazioni industriali).

Un prodotto eco-sostenibile

La Rete Biopap produce e commercializza una innovativa linea di contenitori per alimenti, rispettosa dell’ambiente (i materiali utilizzati sono eco-compatibili e rinnovabili, affinché si possa garantire una crescita sostenibile: le materie prime con le quali vengono prodotti i contenitori provengono da foreste certificate finlandesi), appositamente creata per soddisfare le esigenze di confezionamento del settore alimentare. I contenitori per alimenti a marchio Biopap sono monomateriali, biodegradabili e compostabili (il risultato del compostaggio è un emendante, un prodotto che può essere riutilizzato in agricoltura al posto dei fertilizzanti chimici).

biopap(2)

 

Divisione dei compiti

All’interno della rete, alla Sapii spetta il compito di incentivare l’innovazione del prodotto e della materia prima, mettendo a frutto le sue competenze nel settore della carta.

Cartonspecialist – come spiega il consigliere delegato Michelangelo Anderlini – «è stata fondata nel 2003 proprio per portare sul mercato una serie di contenitori per alimenti che avessero caratteristiche di resistenza dal freezer al forno, ma che fossero anche completamente biodegradabili, riciclabili e compostabili. Abbiamo deciso di sfruttare all’interno della rete il brevetto per utilizzare appieno l’innovazione di questo materiale trasformandolo nelle più svariate forme per rispondere all’esigenza sia dei consumatori sia dei produttori di cibo».

Il terzo componente della rete, Bitage Software Solutions, la completa con le sue conoscenze informatiche e dà la possibilità di tenere completamente sotto controllo la produzione e la tracciabilità del prodotto dalla sua concezione alla fornitura ai diversi clienti.

L’esperienza di Biopap, insomma, rappresenta al meglio il concetto di rete come lo sintetizza Maria Teresa Brassiolo, presidente di Sapii: «Mettere assieme delle competenze per conseguire un determinato obiettivo».

® Riproduzione riservata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.