Il valore delle competenze per reagire alla crisi

 Il valore delle competenze per reagire alla crisi

Con questo articolo inizia la collaborazione della SDI Soluzioni d’Impresa srl con “Il giornale delle pmi”.
Perché questa collaborazione? Semplice: possiamo dibattere di politica industriale, credito alle imprese, ricerca innovazione etc. etc ma se non mettiamo al centro del rilancio delle pmi le persone, non raggiungeremo i risultati sperati. SDI offrirà contributi basati sulle proprie competenze ed esperienze ultra ventennali, ai lettori de “Il giornale delle pmi”.

Le persone sono al centro delle imprese perché devono essere al centro delle società, delle comunità. L’uomo con il suo progetto individuale deve crescere insieme agli altri e non contro gli altri. E non è filosofia spiccia, ma l’essenza della civiltà del terzo millennio, da costruire. Una nuova civiltà dove l’empatia, intesa come condivisione con gli altri delle gioie, come dei dolori, diventi un valore assoluto e condiviso. Non solo per bontà d’animo ma affinché le imprese facciano profitto, producano ricchezza.

Ma come produrre ricchezza in una Europa vecchia, ricca e stanca? La risposta è una sola: economia della conoscenza. Non sono più le macchine il fattore di successo di una impresa. Queste possono essere comprate, trasportate ed installate da chiunque e dovunque. La differenza la fanno le persone, i lavoratori, le risorse umane, NOI.

Perché questa differenza sia reale e non teorica, ogni persona deve avere le giuste competenze per il ruolo svolto nell’organizzazione. Quanto valore crea un amministrativo che non conosce la contabilità ed il relativo software? Quanto valore creano i componenti di un gruppo che non sanno lavorare insieme? Quanto valore crea un commerciale o il servizio clienti se non sa usare le giuste tecniche di comunicazione e negoziazione?

Quindi una azienda competitiva è fatta da persone competenti e motivate. La motivazione e le competenze vengono dallo sforzo congiunto di una valida strategia aziendale e di una continua formazione. Nelle imprese, si parla infatti di formazione continua perché non è importante che un lavoratore faccia troppa formazione tutta insieme, ma che ne faccia il giusto ma ogni anno!

SDI offrirà stimoli di conoscenza per contribuire alla costruzione di strategie aziendali vincenti e molecole di apprendimento, contributi formativi subito spendibili in azienda. Perché vogliamo contribuire a costruire una comunità di imprese ed esperti che si scambino, empaticamente, esperienze finalizzate ad una crescita comune.

Ing. Massimo Plescia
Amministratore Unico di SDI Soluzioni d’Impresa srl

Massimo Plescia

2 Comments

  • ho letto l’articolo e sono d’accordo sulla necessità di fare formazione. Per capire dove ci troviamo sarebbe interessante capire quanto le PMI investono in formazione e quante PMI hanno un sistema di incentivazione basato sugli obiettivi per i propri dipendenti ad esempio. Dove si possono trovare queste informazioni ?

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.