In giro per social networks alla ricerca dell’audience giusta: ecco i numeri!

 In giro per social networks alla ricerca dell’audience giusta: ecco i numeri!

social-2

[dropcap]L[/dropcap]e risorse da investire sui social networks – siano esse quantificabili in tempo, piuttosto che in denaro – sono scarse. Eppure, generalmente si pensa che sia indispensabile trovarle. Ed a ragione. Due motivi: 1) da almeno 5 anni l’unico settore che gode di salute nel mondo della pubblicità è quello online; ma soprattutto 2) il 93% degli utenti internet sono “active users” di almeno un social network.

Ovvio che vadano però fatte delle scelte: non si può pensare di gestire contemporaneamente tutti i social networks “caldi”, che sono attualmente almeno 5 (Facebook; Instagram; Twitter; Linkedin; Tumblr; Google+). Di norma quindi la scelta cade su Facebook. Cosa che non solo viene suggerita dal buon senso, ma che in linea di massima è anche confermata dai numeri: circa l’83% di chi naviga su internet in Italia è anche attivo su di un account Facebook. Stiamo parlando di almeno 23 milioni di persone (dati: Audiweb e WeAreSocial.com).

Ma a questo punto ecco una domanda pertinente: quanti di questi 23 milioni di UTENTI sono anche vostri potenziali CLIENTI? Quanti, cioè, rientrano nella vostra cosiddetta ‘target-audience’ e possono per conseguenza essere considerati dei prospects o degli shopper che prima o poi potrebbero acquistare il prodotto / servizio della vostra azienda? La domanda non ha una risposta precisa, perché il campo di cui stiamo parlando deve per forza tenere conto anche di molti fattori ed indicizzazioni qualitative. Tuttavia, c’e’ un dato quantitativo che può essere utilizzato in maniera efficace: il profilo demografico degli utenti.

Ecco allora i numeri che riguardano l’età degli user dei diversi social networks (dati: GlobaWebIndex 2014) divisi nei 2 gruppi di (1) ranking dei social con utenti medi con meno di 34 anni e (2) classifica dei social con utenti medi “più vecchi”:

Top 3 dei social con utenti con meno di 34 anni
Instagram: 71%
Tumblr: 70%
Pinterest: 63%

Il podio dei social con utenti con più di 45 anni
Facebook: 25%
Linkedin: 21%
Google+: 20%

Ora, non è un segreto che ormai da alcuni trimestri il tasso di engagement (e cioè l’importantissima misura del tasso di coinvolgimento che i social networkers hanno sui diversi profili dei brand che seguono) sia in calo su Facebook per alcune frange di mercato, ed in particolare per i cosidetti millennials: dov’e’ infatti l’interesse o se preferite più genericamente la ‘coolness’ per uno user della Y-Generation di interagire su un social network dove sono presenti anche i suoi genitori, zii e nonni?

Se quindi – continuando con questo esempio – i millennials sono il vostro target, Instagram è dal punto di vista della audience una scelta azzeccata. Ed è anche il social con il più alto tasso di crescita (assieme a Tumblr), avendo da poco superato i 300 milioni di utenti. Ovvio che poi il vostro brand dovrà tenere conto delle specificità del mezzo (Instagram è un social per la condivisione esclusiva di foto o brevissimi video) per fare ogni altro passo per una strategia di marketing in questa direzione.

Ovvio d’altra parte che, se invece state cercando un social che abbia – di partenza – una diffusione veramente di massa, dovete pensare a Facebook: stiamo parlando di 1,350 milioni di utenti al mondo, dato ancora più chiaro se lo commisuriamo ai 1,850 milioni circa di social networkers mondiali totali. Oppure – per un eventuale target B2B – pensate a Linkedin, dove il 21% degli utenti è over 45, e quindi anche un potenziale decision-maker per l’acquisto dei beni che mettete in vendita.

Federico Corradini
Logo-xChannel

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.