Incentivi fiscali per investimenti in PMI o Startup innovative

 Incentivi fiscali per investimenti in PMI o Startup innovative

Al via dal 1° marzo 2021 l’incentivo fiscale del Ministero dello Sviluppo economico che prevede una detrazione IRPEF del 50% per gli investimenti nel capitale di rischio di startup innovative e di PMI innovative.
Prevista dal Decreto Rilancio (D.L. 34/2020, art. 38, commi 7 e 8), l’agevolazione fiscale è concessa in linea con il regolamento (UE) n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013 sugli aiuti «de minimis».

L’incentivo fiscale in sintesi

La nuova misura del MiSE prevede un limite massimo di investimento detraibile:

  • per investimenti nel capitale di startup innovative fino a 100mila euro, per ciascun periodo di imposta, un ammontare di detrazione non superiore a 50mila euro.
  • per investimenti nel capitale di PMI innovative fino a 300mila euro, per ciascun periodo di imposta, un ammontare di detrazione non superiore a 150mila euro.

Per citare alcuni dei requisiti: gli investimenti nel capitale devono essere mantenuti per almeno tre anni e la Startup o PMI innovativa beneficiaria non può ottenere aiuti in “de minimis” per più di 200mila euro, nell’arco di tre esercizi finanziari (100mila euro se operante nel settore dei trasporti).

La procedura automatica dell’Agenzia

Invitalia ha affiancato la Direzione generale per la politica industriale, l’innovazione e le piccole e medie imprese del Ministero dello Sviluppo economico nella definizione e nello sviluppo della piattaforma informatica dedicata all’incentivo e nell’elaborazione delle specifiche di accesso. La verifica del possesso dei requisiti e la verifica della capienza per l’investimento sono effettuati in tempo reale in fase di compilazione della domanda, utilizzando SPID per l’identificazione certa del richiedente, e attraverso controlli incrociati con il Registro delle Imprese per verificare i poteri di firma e requisiti soggettivi dell’impresa e presso il Registro Nazionale degli aiuti di Stato per la capienza del “de minimis”. Al termine della richiesta viene rilasciata automaticamente l’autorizzazione al soggetto richiedente.

Come fare per richiedere le agevolazioni fiscali

Le disposizioni operative per l’accesso e il funzionamento della piattaforma informatica sono illustrate nella recente circolare MiSE del 25 febbraio 2021.
È possibile presentare domanda esclusivamente attraverso la piattaforma informatica: https://padigitale.invitalia.it/ . Il manuale utente è disponibile qui.

Per saperne di più su requisiti, modalità di accesso, modulistica, novità normative e canali dedicati all’incentivo: https://www.mise.gov.it/index.php/it/impresa/competitivita-e-nuove-imprese/start-up-innovative/incentivi-de-minimis

Redazione

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.