Una redazione di oltre 100 collaboratori, esperti delle tematiche che stanno a cuore alle imprese

Industria nautica italiana: migliora il profilo di rischio

In occasione del Salone Nautico di Genova, CRIF Ratings dedica una breve analisi del profilo finanziario e della profittabilità dell’industria nautica italiana. Oltre al miglioramento del fatturato, come anticipato dalle Associazioni di categoria, secondo l’Agenzia di rating i dati sui bilanci del 2015 mostrano anche una crescita dei margini (Ebitda margin al 6,6% dal 5,4% del 2014) e una riduzione dell’indebitamento finanziario (rapporto Debito netto / Ebitda al 2,8x dal 3,2x del 2014), miglioramenti che Crif Ratings stima possano trovare conferma anche nel 2016 grazie alla tendenza in ulteriore aumento del fatturato.

Tuttavia, lo sviluppo del settore nel medio e lungo periodo richiederà investimenti e nuove risorse finanziarie. Accanto alle fonti tradizionali di debito bancario e leasing si potrebbe aprire una nuova prospettiva per strumenti di debito alternativi come le obbligazioni, anche in virtù della riconoscibilità della nautica italiana presso gli investitori domestici ed internazionali come uno dei comparti più rappresentativi del made in Italy di qualità.

La ricerca integrale è disponibile sul sito dell’agenzia all’indirizzo: www.crifratings.c

Redazione

Redazione

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.