Industria, Prometeia stima una caduta di quasi il 30% per marzo e aprile

 Industria, Prometeia stima una caduta di quasi il 30% per marzo e aprile

Per marzo e aprile Prometeia stima una caduta della produzione industriale di quasi il 30%, mai verificatasi dopo la Seconda Guerra mondiale. La sola caduta della manifattura porterà con sé una contrazione di Pil nel II trimestre di oltre il 4%, cui andrà aggiunta l’ulteriore frenata degli altri settori, primo fra tutti quello dei servizi, in linea con lo scenario del Rapporto di Previsione Prometeia di fine marzo.

Dopo quasi due anni di sostanziale stagnazione, le informazioni congiunturali all’inizio del 2020 mostravano segnali di un cauto ottimismo per una ripresa dell’industria; ma fra la fine di febbraio e le prime settimane di marzo le misure di distanziamento sociale si sono progressivamente allargate, coinvolgendo oltre la metà delle attività produttive dell’intero territorio nazionale.

Il dato di febbraio (-1.2%), in linea con le nostre previsioni (-0.8%), non può ancora essere in grado di cogliere la portata del blocco dovuto alla pandemia. Fra marzo e aprile sono invece attese fortissime contrazioni, mentre a maggio prevediamo una progressiva, sia pure lenta, riavvio delle attività.

In questo contesto di spiccata incertezza, il II trimestre si appresta a essere il peggiore mai realizzato nella recente storia industriale, con una contrazione (-21%) peggiore di quella riscontrata durante tutto il periodo della crisi del 2008/2009.

dic-19
gen-20
feb-20
mar-20
apr-20
mag-20
var. % sul mese precedente
-2.7
3.6
-1.2
-9.6
-20.2
9.9

Fonte: previsioni Prometeia (in grassetto) su dati Istat

Fonte: Prometeia, Market Insights Outlook

Manuel Bonucchi

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.