Inps: aumentano le assunzioni, ma calano i contratti stabili

 Inps: aumentano le assunzioni, ma calano i contratti stabili

È stato pubblicato l’Osservatorio sul precariato relativo al mese di febbraio 2017.
I dati indicano che nei primi due mesi del 2017, nel settore privato si registra un saldo positivo (211.000), tra assunzioni e cessazioni, superiore a quello del corrispondente periodo del 2016 (182.000) ma inferiore a quello osservato nel 2015 (244.000).

Su base annua, il saldo consente di misurare la variazione tendenziale delle posizioni di lavoro. Il saldo annualizzato (vale a dire la differenza tra assunzioni e cessazioni negli ultimi 12 mesi) dei primi due mesi del 2017 risulta positivo (352.000). Tale risultato cumula la crescita tendenziale dei contratti a tempo indeterminato (33.000), dei contratti di apprendistato (35.000) e dei contratti a tempo determinato (284.000 inclusi i contratti stagionali). Queste tendenze sono in linea con le dinamiche osservate nei mesi precedenti.

Complessivamente le assunzioni, sempre riferite ai soli datori di lavoro privati, nei mesi di gennaio-febbraio 2017 sono risultate 900.000: sono aumentate del 4,5% rispetto al periodo gennaio-febbraio 2016. Il maggior contributo è dovuto alle assunzioni di apprendisti e a quelle a tempo determinato (incrementate rispettivamente del 23,1% e del 10,4%), mentre sono diminuite del 12,5% quelle a tempo indeterminato.

Redazione

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.