Una redazione di oltre 100 collaboratori, esperti delle tematiche che stanno a cuore alle imprese

Italia-Russia, al via la Task Force su distretti e pmi

Prenderà il via oggi in Piemonte, al Centro Congressi “Torino Incontra”, la Task Force italo-russa sui distretti e le pmi.

La Task Force, giunta alla XXIII sessione, è un Forum economico-istituzionale presieduto dal Ministero dello Sviluppo Economico italiano e dalla Rappresentanza Commerciale russa, nel quale sono parte attiva Regioni, Università, Centri di ricerca, Associazioni di settore, Camere di Commercio, Imprese e Istituzioni di entrambi i Paesi.

La sessione plenaria aprirà con gli interventi del presidente della Regione Piemonte, Roberto Cota, del vice ministro dello Sviluppo Economico della Federazione russa Pavel Korolev, della Presidente della Rappresentanza commerciale russa in Italia Natela Scengheliya e del Presidente della Task Force italo-russa e direttore generale politiche Internazionalizzazione e Promozione scambi del Ministero dello Sviluppo economico Pietro Celi.

Folta la delegazione italiana – guidata dal Mise – presente all’attuale edizione e composta da rappresentanti di Amministrazioni centrali, Regioni, enti preposti all’internazionalizzazione, associazioni di categoria, istituti bancari e da 400 imprese.

Per la Federazione Russa parteciperanno circa 20 Regioni russe, tra le quali la Regione di Mosca, la Regione del Nizhnyj Novgorod e quella di Vladimir.

La Federazione Russa costituisce un mercato dalle grandi potenzialità per le imprese italiane e la Task Force si propone di promuovere non solo gli scambi commerciali, ma anche il partenariato industriale e gli investimenti sui reciproci mercati. La Federazione Russa è un partner commerciale importante per l’Italia, come dimostra l’andamento dell’interscambio commerciale bilaterale che nel decennio 2003-2012 ha registrato un aumento del suo valore del 134,5%, passando da € 12 mld del 2003 a € 28,3 mld del 2012.

Nei primi sette mesi del 2013 l’interscambio è aumentato del 15,6% grazie ad un flusso crescente sia delle esportazioni italiane (+11,4%), che delle importazioni dalla Russia (18%).

Il programma del Forum economico-istituzionale prevede confronti e dibattiti su efficienza energetica, energie rinnovabili, edilizia, meccanica e un business forum sul turismo. Saranno realizzati inoltre tre seminari tematici: ‘ Le dogane a supporto del commercio internazionale’, ‘ Strumenti a sostegno degli investimenti bilaterali’ e ‘ Cinema e audiovisivo nelle relazioni economiche tra Italia e Russia’.

Per favorire la prima conoscenza delle realtà regionali ed istituzionali dei due Paesi presenti, sono previsti un “meeting point” – utile anche all’approfondimento dei 67 progetti di collaborazione presentati da parte italiana e dei 21 presentati da parte dei sistemi imprenditoriali russi – e diverse visite aziendali.

Redazione

Redazione

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.