La Confindustria taglia drasticamente le stime di crescita per il 2014

 La Confindustria taglia drasticamente le stime di crescita per il 2014

SONY DSC

[dropcap]D[/dropcap]al terzo trimestre 2011 al primo 2014 l’Italia ha vissuto la seconda recessione dall’inizio della crisi. Essa si è differenziata dalla prima per la minore profondità, la maggiore durata e per la più ampia caduta della domanda interna.

Nel corso del 2013 il ritmo di contrazione del PIL italiano è gradualmente diminuito e nel quarto trimestre si è avuta una minima espansione (+0,1% congiunturale), la prima dal secondo 2011. Il PIL è tornato a diminuire nei primi tre mesi del 2014 (-0,1%) per il contributo negativo di investimenti e scorte, a fronte del sostegno di esportazioni nette e consumi (quelli delle famiglie sono aumentati per la prima volta da più di due anni). Nei confronti del picco pre-crisi (terzo trimestre 2007) il livello del PIL è risultato inferiore del 9,0%; in termini pro-capite la perdita è di quasi l’11% (pari a 2.900 euro per persona).

Per il 2014 il Centro Studi di Confindustria rivede al ribasso la stima elaborata in dicembre (+0,7%) a causa del trascinamento ereditato dal 2013 (-0,1%, contro il +0,1% atteso allora) e del sorprendente calo nel primo trimestre (-0,1%, contro il +0,3% previsto), che hanno portato la variazione acquisita a -0,2%. Il nuovo profilo disegnato dal Centro Studi di Confindustria indica il ritorno a variazioni positive già dal secondo trimestre (con un +0,3% che incorpora un rimbalzo consistente che ancora nei dati di produzione non si vede), a un ritmo medio trimestrale dello 0,23%. Anche per il 2015 la stima è stata ritoccata all’ingiù (dall’1,2%) perché lo scollamento tra dati reali e indicatori qualitativi induce a tenere in maggior conto l’abbassamento del potenziale di crescita e a puntare su variazioni trimestrali più contenute sia quest’anno sia il prossimo; ciò, tra l’altro, riduce il trascinamento (a +0,3% da +0,4%).

Redazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.