Lavoro: le principali distrazioni e la tecnologia per evitarle

 Lavoro: le principali distrazioni e la tecnologia per evitarle

lavoro-1

[dropcap]Q[/dropcap]uali sono le attività che ci “distraggono” dal nostro lavoro? Quali tecnologie e strumenti, invece, ci aiutano ad essere più produttivi? E come si traduce tutto questo in termini economici? Barracuda Networks, Inc. (NYSE: CUDA), fornitore leader nelle soluzioni di sicurezza e storage cloud-connected, ha raccolto in un’infografica alcuni interessanti dati su questi temi, basandosi su ricerche condotte sulle aziende americane. Ecco cosa emerge:

Attività “Time Waster”

  • Meeting
    9 persone su 10 sognano ad occhi aperti durante i meeting. I dirigenti dedicano mediamente alle riunioni 23 ore alla settimana di cui 7,8 ore per incontri ritenuti non necessari. Tradotto: un spreco di 2,3 mesi ogni anno. Mediamente un impiegato americano perde 5 ore alla settimana in riunioni, costando all’azienda $6.357 all’anno.
  • Navigare in rete
    Il 64% degli impiegati delle aziende visita siti non legati alla propria attività durante l’orario di lavoro. Di questi il 39% utilizza così un’ora o meno, il 29% 2 ore, il 21% 5 ore e il 3% 10  ore o più. In media, i lavoratori perdono 2.32 ore alla settimana in navigazione internet. Costo per l’azienda: $2.949,65 annui.
  • Disordine e disorganizzazione
    Il tempo trascorso alla ricerca di oggetti e file fuori posto costa alle imprese più di $177 mld all’anno e porta via a ciascun dipendente quasi 38 ore ogni 12 mesi. In media, disorganizzazione e disordine portano a uno spreco di  0,73 ore per impiegato ogni settimana ovvero 929,10 dollari per dipendente all’anno. Inoltre l86 % dei lavoratori americani considera uno spazio di lavoro disorganizzato ingombrante e poco professionale.
  • Posta elettronica
    Entro il 2016 saranno mandate 192 miliardi di e-mail. Il 62% delle persone afferma che perdere tempo in mail non essenziali è un aspetto critico della posta elettronica. Solo il 14% delle mail che riceviamo giornalmente sono considerate importanti per la propria attività, l’8% è spam, il 10% è rappresentato da mail personali e non legate al lavoro. Si trascorrono circa 4 ore al giorno usando le email, ovvero metà della nostra giornata lavorativa.
  • Interruzioni
    L’impiegato medio spreca il 28% del suo tempo, ovvero 2.1 ore al giorno, a causa delle interruzioni non necessarie e del tempo necessario per riprendere il filo delle attività lasciate in sospeso. I manager vengono interrotti mediamente una volta ogni 8 minuti. Il costo di gestione delle interruzioni pesa sull’economia a stelle e strisce per $588 miliardi all’anno.

Strumenti “Time Saver”

  • Firma digitale
    Usare una firma digitale abbatte lo scambio di documenti del 90% e permette di risparmiare in media in termini di tempo 2 ore al mese o tradotto $586 circa.
  • Automazione del Sales/Marketing
    Un quarto delle imprese B2B della classifica Fortune 500 e il 76% delle maggiori aziende SaaS a livello globale ha già adottato soluzioni per l’automazione del marketing registrando un aumento del 14,5 % della produttività nelle vendite e una riduzione del 12,2% dei costi indiretti e delle spese fisse legate al marketing. In media, l’automazione delle vendite e del marketing può comportare un aumento di 5 ore alla settimana i di produttività e un risparmio di $6.357 per dipendente all’anno.
  • L’utilizzo di un CRM
    I commerciali hanno riscontrato un aumento della produttività del 15% grazie all’accesso  mobile al CRM . Il 91 % delle imprese con oltre 11 dipendenti utilizza un sistema di CRM, rispetto al 50 % delle imprese che impiegano meno di 10 persone. L’utilizzo del CRM è aumentato negli ultimi anni dal 56 % del 2012 al 74% del 2013 con un rendimento medio di $5,60 per ogni dollaro speso.[wpanchor id=”1″]

Barracuda Infografica Lavoro

Redazione

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.